13 Aprile 2021

Pubblicato il

Italiani sempre più digital: anche la TV passa attraverso i device

di Redazione

Oggi, la televisione corre sempre più di frequente sul filo del web, ed è sempre più una questione di “on demand”

Le nuove tendenze sdoganate dal digitale sono tantissime: quasi non si contano, tanto sono numerose. Se dovessimo sceglierne una, non avremmo difficoltà nell’indicare il nuovo modo di fruire dei contenuti televisivi: oggi, la televisione corre sempre più di frequente sul filo del web, ed è sempre più una questione di “on demand”. I contenuti televisivi, infatti, vengono trasmessi e fruiti tramite la rete secondo una modalità di flusso dati nota come streaming. Inoltre, i device della nostra quotidianità si adeguano al nuovo trend: le televisioni diventano smart (connesse al web), mentre i dispositivi mobile veri e propri “piccoli schermi” per guardare film e serie TV.

Televisione: il nuovo trend è lo streaming online e mobile 

Al momento la televisione è una questione di streaming e di mobile. Secondo le stime, infatti, le piattaforme adibite alla trasmissione dei contenuti on demand su Internet stanno facendo incetta di abbonamenti: ad esempio, Netflix al momento vanta più di 100 milioni di utenti in tutto il mondo. Di questi, sono circa 8 milioni gli abbonati che quotidianamente usano i device mobile per fruire i contenuti video in streaming: tablet e smartphone, quindi, diventano veri e propri schermi televisivi portatili, usati da tantissimi italiani. Decadendo ogni vincolo fisico, cambiano anche le abitudini: prima era il salotto a ospitare la TV, adesso è il mondo. Non esistono nemmeno più i classici orari tipici della fruizione televisiva: qualsiasi momento è buono per dedicarsi alla visione di un contenuto.

TV in streaming da mobile: il ruolo dei Millennials

I Millennials hanno avuto un ruolo decisivo per il boom di questa tendenza dello streaming online e mobile. Secondo il Rapporto Censis, la nuova generazione ha fatto da apripista per una tendenza che sta sempre più spesso coinvolgendo anche i “grandi”. Una transizione da Tv a on demand mobile che sta unendo due generazioni all’apparenza molto distanti. Questo per via dei vantaggi: lo streaming video è personalizzabile e non ha un palinsesto fisso. Inoltre, tramite mobile può essere fruito ovunque si desideri, senza vincoli fisici.

Come vedere la TV in streaming?

Per guardare la TV in streaming è necessario per prima cosa avere una connessione a internet in grado di consentirlo. Nello specifico, parliamo della fibra ottica, che permette un segnale potente e un’ottima qualità di visione. Fortunatamente, la banda ultra larga è oramai disponibile in buona parte d’Italia: sul sito dei principali provider, come ad esempio Vodafone, è possibile verificare la copertura della fibra ottica per vedere se è presente nel proprio comune. Dopo la connessione, serve abbonarsi a una piattaforma di streaming on demand. Quali sono le più utilizzate? Oltre a Netflix, esistono grandi alternative come Chili, Amazon Prime Video, Infinity TV e Hulu. L’elenco è comunque molto più ampio, e include pure altre piattaforme come ad esempio VVVVID, Tim Vision e Now TV.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento