16 Giugno 2021

Pubblicato il

In appello “Mafia Capitale” esiste ma le pene sono più basse

di Redazione

Riduzione delle pene: Buzzi dai 19 anni a 18 anni e 4 mesi. Carminati dai 20 anni ai 14 anni e sei mesi

Mafia Capitale c'è stata, ma le pene sono più basse. La terza sezione della Corte d'Appello di Roma, presieduta da Claudio Tortora, ha ribaltato la sentenza di primo grado del processo sull'indagine 'Mondo di Mezzo' riconoscendo l'associazione per delinquere di stampo mafioso, prevista dall'articolo 416 bis del codice penale, per alcuni degli imputati. Tuttavia c'è stata una riduzione delle pene: Salvatore Buzzi dai 19 anni del primo grado è passato a 18 anni e 4 mesi. Ancora più corposa la riduzione per Massimo Carminati: nel caso dell'ex Nar si passa dai 20 anni del primo grado ai 14 anni e sei mesi dell'appello.

Oltre a Salvatore Buzzi e Massimo Carminati, sono stati condannati anche Claudio Bolla, 4 anni e 5 mesi, Riccardo Brugia, 11 anni e 4 mesi, Emanuela Bugitti, 3 anni e 8 mesi, Claudio Caldarelli, 9 anni e 4 mesi, Matteo Calvio, 10 anni e 4 mesi, Paolo Di Ninno, 6 anni e 3 mesi, Agostino Gaglianone, 4 anni e 10 mesi, Alessandra Garrone, 6 anni e 6 mesi, Luca Gramazio, 8 anni e 8 mesi, Carlo Maria Guarany, 4 anni e 10 mesi, Giovanni Lacopo, 5 anni e 4 mesi, Roberto Lacopo, 8 anni, Michele Nacamulli, 3 anni e 11 mesi, Franco Panzironi, 8 anni e 7 mesi, Carlo Pucci, 7 anni e 8 mesi, e Fabrizio Franco Testa, 9 anni e 4 mesi.

Alessandro Diddi, legale di Salvatore Buzzi: "Quanto accaduto è grave, è un fatto assolutamente stigmatizzabile l'aver riconosciuto in questa roba la mafia. Credo che per molti cittadini da oggi sia molto pericoloso vivere in Italia: è una bruttissima pagina per la giustizia del nostro Paese". (Mtr/Dire) 

 

Leggi anche:

Tuteliamo i diritti di chi lavora sempre e non solo la domenica

Roma, Trovato cadavere nel Tevere presso il Centro sportivo Carabinieri

Hacker Rogue0 pubblica indirizzo email e numero cellulare Virginia Raggi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento