21 Settembre 2021

Pubblicato il

Il Pro Appio contro il Lanuvio Campoleone porta a casa i 3 punti

di Redazione
Una partita al limite dell'immaginabile, giocata contro la scorrettezza degli avversari del Lanuvio

Grandissima prestazione del Pro Appio che, nella partita giocata sabato alle 15.00 in trasferta contro il Lanuvio Campoleone, porta a casa i 3 punti. La trasferta è molto delicata: contro una squadra che lotta per non retrocedere, su di un campo di erba vera dove è molto difficile giocare la palla, in un terreno dove hanno lasciato punti anche le prime in classifica.

Inizia il match con un Pro Appio decisamente attento e dalla grande intensità che si difende alto e riparte ogni volta che recupera palla. Della Torca, Liotti e Di Francesco mettono spesso in difficoltà la retroguardia del Lanuvio. Proprio su una di queste azioni nasce il calcio d'angolo che porta al vantaggio la squadra ospite su schema provato e già visto altre volte: angolo calciato sul primo palo, deviazione sul secondo dove si fa trovare un attento e pronto Di Francesco che fa il più facile dei tap in. 1a 0 per il Pro Appio.

Un'altra ripartenza caratterizza l'azione del raddoppio: su palla rubata, Lucidi lancia a memoria Liotti che stava attaccando la profondità, quest'ultimo si trova solo davanti al portiere, ma viene atterrato dal difensore del Lanuvio. Calcio di rigore assegnato a cui però segue solo un'ammonizione, visto il fallo da ultimo uomo, infatti, da regolamento il cartellino sarebbe dovuto essere rosso. Al 15' Liotti trasforma il calcio di rigore: 2 a 0 per il Pro Appio.

Da qui iniziano scene che non si vorrebbero vedere sul terreno da gioco: i giocatori del Lanuvio iniziano a simulare falli su ogni palla e a compiere di altri con gomitate e cazzotti a palla lontana dall'arbitro, il quale addirittura si intimorisce e non fischia più niente. A 5 minuti dalla fine del primo tempo l'arbitro fischia un fallo al numero 10 del Lanuvio che trasforma la punizione: si chiude il primo tempo quindi sull'1 a 2.

Si torna dagli spogliatoi dopo appena 5' di pausa, l'arbitro aveva forse fretta di far recuperare la partita al Lanuvio e lo show si incrementa. Gli animi si surriscaldano, i ragazzi nero verdi sono costretti ancora a subire delle scorrettezze, ma fortunatamente riescono a resistere e  a mantenere la calma. Al 70' il 10 del Lanuvio si tuffa al limite dell'area e l'arbitro, palesando nuovamente la direzione di gara con due pesi e due misure, fischia la punizione e, questa volta invece, l'espulsione per Cortesi per il fallo da ultimo uomo. Mister Fabrizi cambia così Cortella per Laoreti  che dopo 5' fa rigore sul 9 avversario che trasforma. Siamo ora sul 2-2.

Da qui gli animi diventano bollenti in campo, ma anche dagli spalti, dove i nero verdi vengono insultati. Il Lanuvio rimedia in 10 minuti 3 espulsioni per una vera e propria caccia all'uomo. Tutto questo non mette paura al Pro Appio che reagisce in grande stile mettendo palla a terra e giocando un gran calcio, tanto che al 94esimo, praticamente allo scadere, con un'azione manovrata da sinistra a destra,  Martinelli se ne va sul terzino avversario, mette in mezzo per Colasanti che insacca sotto la traversa: è il 2 a 3. Ne segue un'esultanza rabbiosa e quanto mai unica per quanto subito nel corso dell'intero match.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La partita finisce ma se ne accende un'altra, di tutt'altro genere sugli spalti dove i genitori di uno dei ragazzi del Pro Appio vengono aggrediti per aver esultato al gol sullo scadere. All'inevitabile reazione del figlio, segue quella dell'intera squadra ospite. La situazione torna sotto controllo e gli animi si calmano quando il seguito del Lanuvio capisce di trovarsi davanti a un gruppo quanto mai coeso e pronto a tutto. 

"Ne è valsa la pena – le parole di Mister Fabrizi nel dopo partita –  è forse l'impresa più bella degli ultimi anni. Raggiungere questo risultato al 94' dopo una partita in cui siamo stati costretti a subire delle irregolarità da parte degli avversari in campo, ma anche fuori, è una gioia che non si può descrivere. Oggi si è visto il grande gruppo che siamo, i ragazzi oggi hanno dato tutti se stessi mettendoci il cuore!" conclude.

Prossima partita domenica 8 marzo alle ore 10.30 allo stadio di Ciampino, contro l'Esercito Calcio.1

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo