27 Febbraio 2021

Pubblicato il

Il Milan gela l’Olimpico: 3-1 e sorpasso sulla Lazio

di Redazione

Arriva la prima sconfitta casalinga per La Lazio che, fino ad ora, aveva vinto sempre in casa subendo una sola rete in 5 partite. Il Milan oltre alla vittoria ottiene il sorpasso in classifica

Il calendario di serie A quest’anno ha regalato la disputa cittadina calcistica tra Milano e Roma tutta in un’unica giornata. Dopo l’anticipo di ieri tra Inter e Roma, infatti, stasera le due città si sfidano all’Olimpico con un’altra grande gara: Lazio-Milan. Le due compagini hanno fame di vittoria e vogliono scalare la classifica per cercare di trovare le zone alte, le zone che regalano i palcoscenici europei.  La partita è stata affidata all’arbitro Damato di Barletta.

La gara inizia con le due squadre che si studiano e non si fanno vedere troppo dalle parti dei due rispettivi portieri. L’occasione più grande dei primi minuti, infatti, capita sui piedi di Bonaventura che prova da fuori area e il pallone sfila alto dalla porta difesa da Marchetti. Al 25°minuto, però, il big match si sblocca e sono gli ospiti a passare: Cerci  parte sulla destra, prova il tiro che risulta debole, Marchetti, però, ci mette del suo e regala il tap-in vincente a Bertolacci che da pochi metri non può fallire. Prima rete in rossonero per il centrocampista, ma le responsabilità del portiere avversario sono evidenti. Giocatore, tuttavia, sfortunato che dovrà abbandonare il campo neanche 10 minuti dopo per infortunio. Il Milan, galvanizzato dal vantaggio, va vicinissimo al raddoppio: ancora Cerci sulla destra, stasera in gran spolvero, scappa alla difesa biancoceleste e davanti Marchetti prova il piazzato in diagonale, ma l’urlo del gol rimane strozzato in gola perché la palla si stampa sul palo. Duplice fischio, si va a riposo per 0-1, con il Milan, che una volta sbloccato il match, ha preso possesso del gioco.

Inizia la ripresa con lo stesso spartito, il Milan cerca di chiudere il conto e portare a casa i tre punti. La squadra di Mihajlović non ci impiega troppo a mettere a segno il colpo. Minuto 52: Mexes, appena entrato, prende l’ascensore e sale all’ultimo piano per anticipare Marchetti in uscita su una punizione di Bonaventura. La Lazio subisce il colpo subito e per larghi tratti sparisce dal campo, rischiando di subire la rete del tracollo. Le Aquile cercano di riprendersi e far male ai rossoneri con Lulic che si inserisce velocissimo in area, anticipando la difesa, e tentando il pallonetto di punta a sorprendere il giovane Donnarumma, portiere che però è reattivo e blocca il pallone in due tempi. La corazzata Mihajlović, capisce che i biancocelesti possono essere pericolosi e chiudono gli spazi e le linee di passaggio concedendo pochissimo agli avversari, solo i tiri da fuori.  A dieci minuti dal termine, il colpo del KO arriva: biancocelesti sbilanciati in avanti, Bonaventura ne approfitta e lancia Bacca che salta Marchetti ed insacca a porta sguarnita. Serve solo all’orgoglio il gol del 3-1 di Kishna, al 84’, che, dopo essere penetrato in area, scaglia un sinistro sul palo del portiere. Alla fine il Milan può festeggiare la vittoria che concede di scavalcare proprio la Lazio in classifica e raggiungere il Sassuolo al 5° posto. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

*Foto di Claudio Pasquazi

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento