28 Luglio 2021

Pubblicato il

Giorgia Butera, quando i sogni son desideri…

di Redazione

In uscita l’ultima fatica letteraria di Giorgia Butera: “I Sogni Son Desideri. Sono Bambina, Non Una Sposa”

In uscita l’ultima fatica letteraria di Giorgia Butera. “I Sogni Son Desideri. Sono Bambina, Non Una Sposa” è il titolo del libro della scrittrice e sociologa della comunicazione che da anni è tra le protagoniste nell’ambito della cooperazione umanitaria internazionale.

Siciliana doc, la Butera è balzata agli onori delle cronache nazionali e non solo, grazie al successo della campagna di sensibilizzazione da lei ideata  con la collaborazione di Alessandra Lucca e Federica Simeoli citata anche nel titolo del suo nuovo libro. Sono Bambina, Non Una Sposa è uscita nel settembre scorso e, da subito, l’interesse verso il tema trattato, quello delle spose bambine, aveva lasciato il segno. Interesse e apprezzamenti erano giunti fin dai primi momenti di vita della Campagna, tanto da arrivare fino al palazzo dell’ONU di New York.

“Quello del riconoscimento della nostra Campagna da parte dell’ONU, ricorda Giorgia Butera, è stato uno dei momenti più emozionanti della mia vita. Le nostre idee e la nostra voglia di combattere contro le ingiustizie e i soprusi cui sono costrette milioni di bambine nel mondo, insieme al memorabile scatto di Alessandra (Lucca, ndr) che le rappresentava con drammatica delicatezza, avevano colto nel segno. Capimmo di aver imboccato la strada giusta. Ora avremmo dovuto soltanto continuare a lavorare”.

Nuovi attestati di stima non avrebbero tardato ad arrivare. “La Campagna, prosegue Giorgia,  ha ricevuto Lettere di Encomio da parte delle più alte cariche dello Stato. Dalla Presidente della Camera, Laura Boldrini, al Presidente del Senato, Pietro Grasso fino ad arrivare all’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che ebbe modo di scriverci quando era ancora in carica”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“I Sogni Son Desideri”, narra la storia percorsa fin qui dall’uscita della Campagna. I diritti umani sono la priorità. “Abbiamo tenuto incontri pubblici sul tema dei diritti umani, in Italia e all’estero. Quello delle scuole, continua la Butera, è uno dei temi ai quali tengo di più. Vorrei che lì si potesse parlare di educazione sentimentale e sessuale, così da riportare ordine nell’animo umano”.

La vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli, e Isabella Rauti avevano presentato la Campagna presso l’istituzionale sede della Biblioteca del Senato a Roma. “E’ stata una giornata meravigliosa della quale ringrazio ancora una volta Valeria Fedeli e Isabella Rauti. In quella occasione ho avuto modo di incontrare quello che sarebbe divenuto un altro collaboratore importante della nostra Campagna, Remo Sabatini, con il quale, successivamente, avrei seguito la fase finale del prestigioso Premio San Bernardino dove figuravamo tra i finalisti”.

Ed ora? Dopo libri, impegno sociale, campagne di sensibilizzazione, cosa ha in mente Giorgia Butera? “Lavoro, impegno e ancora lavoro. La strada che abbiamo intrapreso è quella giusta e, proprio per questo, ripida e dura da percorrere. Il nostro team è valido e le professionalità di ciascuno sono a disposizione del fine che ci siamo posti. Continueremo a lavorare per dare voce a chi non ce l’ha. Insieme possiamo e dobbiamo  fare molto”.

Il libro di Giorgia Butera sarà disponibile da fine maggio su Amazon.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento