17 Ottobre 2021

Pubblicato il

Obbligo surrettizio

Germania, niente stipendio ai non vaccinati che contraggono il Covid

di Redazione
Il ministro della Sanità tedesco James Spahn considera legittimo il provvedimento allo scopo di tutelare la salute e la vita pubblica
Vaccini mRNA

In Germania tre länder non pagheranno più gli stipendi a coloro che finiscono in quarantena e non sono vaccinati.

Germania, niente stipendio ai non vaccinati che contraggono il Covid

Fino a questo momento, infatti, -come riporta Il fatto Quotidianotutti i lander tedeschi (stati federati della Germania) assicuravano a chi finiva in quarantena per il Covid-19 il versamento di un indennizzo a copertura dello stipendio. Il datore di lavoro paga la quindi lo stipendio al lavoratore e veniva rimborsato dal Land.

Ma ora tre länder hanno deciso di non pagare più lo stipendio ai non vaccinati che finiscono in quarantena. Si tratta di Baden-Wüttemberg, Renania Palatinato e Nord Reno Vestfalia.

Il ministro della Sanità tedesco James Spahn considera legittimo il provvedimento allo scopo di tutelare la salute e la vita pubblica in quanto non c’è ragione, per lo stato che mette a disposizione di tutti i vaccini gratuiti, il pagamento delle spese per coloro che non intendono farlo senza giustificazioni mediche individuali.

Questo provvedimento, ovviamente, ha l’obiettivo di spingere sempre più cittadini a vaccinarsi contro il covid. Non si sono fatte attendere le voci di coloro che vedono in questa decisione un obbligo subdolo e ricattatorio alla somministrazione.

In Germania oggi il 66,6% della popolazione ha già ricevuto almeno una dose di vaccino ed è integralmente vaccinato solo il 62,3% dati del Robert Koch Institut. Coloro che non hanno ricevuto il siero sono il 38%, mentre si deve raggiungere il 75%. La maggior parte di coloro che non sono ancora vaccinati sono donne che vogliono restare incinta, stranieri con difficoltà linguistiche, persone con bassa istruzione. Contestatori integralisti, spiega ancora Il fatto Quotidiano costituiscono forse il 5%, un tasso fisiologico, che finirà per immunizzarsi contraendo la malattia.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo