Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Settembre 2022

Pubblicato il

Funerali Elisabetta II. Addio alla Regina più amata del secolo

di Morena Di Giulio
Londra saluta oggi Elisabetta II. 2000 gli invitati di cui circa 500 tra Capi di Stato e delegazioni diplomatiche
i soldati della marina inglese intorno al feretro della regina

Londra saluta oggi la Regina Elisabetta, città blindata dalle prime luci dell’alba. Sono 2000 gli invitati di cui circa 500 tra Capi di Stato e delegazioni diplomatiche. Il Presidente Mattarella e la figlia Laura sono volati a Londra per rendere omaggio a nome del popolo Italiano

L’addio alla regina è iniziato ieri sera intorno alle 20:00 quando il Big Ben ha scandito il rintocco dando via al minuto di silenzio a chiusura dei 4 giorni di veglia del feretro. Alle 12:57 di oggi un altro minuto di silenzio accompagna la fine dell’epoca Elisabettiana e saluta l’alba del regno di Carlo III con l’intonazione dell’Inno Nazionale cambiato come da protocollo in “God Save the King”.

Le porte dell’Abbazia di Westminster si sono aperte oggi alle 8 (le 9 in Italia) quando hanno iniziato a prendere posto le 2mila persone invitate, tre ore prima dell’inizio delle esequie alle 11:00 ora inglese.

La gran parte degli ospiti illustri è giunta all’Abbazia di Westminster su delle navette. Al presidente americano, Joe Biden, il privilegio di spostarsi per le strade di Londra con The Beast, la sua limousine super-corazzata.

Arrivo in auto private anche il presidente francese Emmanuel Macron, l’imperatore giapponese Naruhito, il presidente israeliano Isaac Herzog, per ragioni di sicurezza.

È il più grande funerale che il Paese abbia vissuto dalla morte del primo ministro Winston Churchill nel 1965. Dopo la funzione religiosa, la bara di Elisabetta II percorrerà le strade di Londra in un corteo funebre che si concluderà al Wellington Arch, ad Hyde Park, da dove partirà per Windsor.

L’inizio della cerimonia

Profonda commozione nelle parole del decano di Westminster, David Hoyle nella celebrazione delle esequie. “Con gratitudine ricordiamo il suo impegno incrollabile per una chiamata così alta per tanti anni come regina e capo del Commonwealth – ha detto il decano – Con gratitudine lodiamo Dio per il suo costante esempio di fede e devozione cristiana. Con ammirazione ricordiamo il suo senso del dovere e la sua dedizione al suo popolo. Con gratitudine lodiamo Dio per il suo costante esempio di fede e devozione cristiana. Con affetto ricordiamo il suo amore per la famiglia e il suo impegno per le cause che le stavano a cuore”.

Niente fotografie. Nessuna deroga al rigido protocollo del Palazzo

Le centinaia di leader, reali e dignitari che partecipano ai funerali della regina Elisabetta II dovranno sottostare a un rigidissimo protocollo deciso dal cerimoniale di corte, nessuna foto è concessa.

I presenti…

Ospiti del sovrano; Joe Biden, Emmanuel Macron, l’imperatore del Giappone, i premier di Canada e Australia e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, oltre ai più importanti presidenti dell’Unione europea. E le teste coronate di mezzo mondo, da Filippo di Spagna con Letizia ad Abdullah di Giordania con Rania.

e gli esclusi

Importanti anche le assenze, a cominciare dalla delegazione russa, con Mosca scatenata contro gli inglesi “immorali”, che invece hanno voluto la presenza della first lady Ucraina Olena Zelenska. Pare che inizialmente figurasse tra gli invitati, Mohammed bin Salman controverso principe Saudita, che invece non è presente al funerale. Rappresenta la Cina il vicepresidente cinese Wang Qishan.

Harry e Andrea unici della famiglia a essere senza divisa

Harry e Andrea sono gli unici membri della famiglia reale a non indossare la divisa militare durante i funerali di Elisabetta.

Risale al gennaio 2020 la clamorosa rinuncia del nipote della Regina, secondogenito di re Carlo III. Il principe e sua moglie Meghan annunciarono di sospendere tutti gli incarichi reali con l’intenzione di vivere negli Stati Uniti. La rottura dopo anni di tensioni e veleni con il resto della famiglia reale.

Ben più grave e imbarazzante il coinvolgimento del figlio di Elisabetta nel caso Epstein. Il finanziere americano, accusato di aver organizzato un traffico sessuale di minorenni anche in favore di amici famosi e potenti come il principe Andrea. Travolto dallo scandalo il duca di York dovette rinunciare, nel gennaio di quest’anno, al suo titolo reale.

George (9 anni) e Charlotte (7 anni) per mano ai genitori presenziano al funerale

I pronipoti della regina arrivano in auto con la regina consorte Camilla e la principessa del Galles Kate.

I principini reali George e Charlotte sono stati ammessi ai funerali di Stato della bisnonna regina. In un comunicato si rende noto che i genitori, li hanno ritenuti abbastanza grandi per poter assistere alla cerimonia. A casa è rimasto invece il piccolo Louis, 4 anni.

Il programma pomeridiano dell’ultimo viaggio della regina

Ore 15:00. Il carro funebre dovrebbe arrivare per un corteo a piedi lungo la Long Walk del Castello di Windsor, il viale di 5 km sarà contornato da membri delle forze armate.

 Re Carlo e i membri della famiglia reale dovrebbero in seguito unirsi al corteo nel Quadrilatero del Castello di Windsor. Le campane suoneranno ogni minuto e dal castello verranno sparati colpi di arma da fuoco.

Successivamente, alle ore 16:00 la regina entrerà nella Cappella di San Giorgio, scelta dalla famiglia reale per matrimoni, battesimi e funerali. Alla presenza di circa 800 ospiti, un servizio funebre sarà tenuto dal decano di Windsor David Conner, con la benedizione dell’arcivescovo di Canterbury Justin Welby. Il servizio includerà tradizioni che simboleggiano la fine del regno di Elisabetta. La corona dello Stato imperiale, il globo e lo scettro verranno tolti dalla sommità della bara.

Il rito dell’addio alla monarca

Alla fine, re Carlo depositerà sulla bara la bandiera dei granatieri, i più anziani delle guardie a piedi, che svolgono compiti cerimoniali per il monarca. Il Lord Ciambellano, il barone Andrew Parker, ‘spezzerà’ la sua bacchetta e la metterà sulla bara. Lo schiocco del bastone segnerà la fine del suo servizio alla sovrana come suo ufficiale più anziano nella casa reale. Il corpo della regina verrà calato nella cripta reale. Su richiesta personale della sovrana il suonatore di cornamusa del sovrano suonerà, prima di una benedizione e del canto ‘God Save the King’.

Durante una cerimonia familiare privata, la regina sarà sepolta insieme al duca di Edimburgo, nella Cappella di San Giorgio. Sulla lastra di marmo sarà inciso ‘Elisabetta II 1926-2022’.

*Foto dal profilo Instagram “The Royal Family”

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo