Vuoi la tua pubblicità qui?
28 Novembre 2021

Pubblicato il

Fiorentina Roma finisce 1-1, Juventus a +7

di Redazione
Viola avanti con Gomez al 19’, risponde Ljajic nella ripresa

Bella gara al Franchi tra Fiorentina e Roma, che fino all’ultimo hanno provato a portare a casa i tre punti: i giallorossi per rimanere vicini alla Juve, gli uomini di Montella per rimanere in zona Europa e, chissà, magari puntare al terzo posto che significa preliminari di Champions.

Partono meglio i padroni di casa che trovano il gol al 19’ con Mario Gomez, abile a deviare in rete un tentativo dalla distanza di Pizarro destinato a spegnersi sul fondo. Passano 4 minuti e i viola potrebbero raddoppiare il vantaggio con Basanta dopo una mischia in area giallorossa, ma il difensore argentino calcia fuori da buona posizione.

La Roma si sveglia alla mezz’ora, comincia ad attaccare con più uomini e si rende pericolosa in un paio di occasioni sui calci d’angolo, prima con Nainggolan e poi con De Rossi. Nel frattempo esce Strootman, colpito al ginocchio operato nel Marzo scorso, ed entra Pjanic. Le condizioni dell’olandese non sembrano troppo gravi, ma dopo il lungo infortunio c’è molta apprensione e Garcia decide di sostituirlo. Il primo tempo termina 1-0 per i toscani, ma nell’ultimo quarto d’ora la Roma ha aumentato il ritmo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La ripresa inizia senza cambi e bastano quattro minuti ai giallorossi per pareggiare. Al 49’ Totti lancia Iturbe in profondità, l’argentino si porta avanti il pallone di testa saltando Basanta e la mette in mezzo per Ljajic che controlla e mette in rete.

Al 57’ la Roma ha l’occasione di portarsi avanti: Totti con un bel passaggio filtrante mette Iturbe a davanti al portiere viola, ma Tatarusanu esce bene e para. La gara si accende, le squadre giocano con la difesa alta nel tentativo di spingersi avanti con più giocatori e scattano numerosi contropiedi da una parte e dall’altra.

Si gioca su ritmi altissimi e il tasso tecnico di calciatori come Iturbe, Cuadrado e Joaquin rende la partita divertente e imprevedibile. Montella fa uscire Mati Fernandez per Kurtic e Pasqual per Marcos Alonso, passando a un 4-3-3. Nel finale escono anche i due attaccanti più rappresentativi delle due squadre: Gomez fa posto a Babacar per i viola, per la Roma entra Destro al posto di Totti. Ma i neoentrati non riescono a cambiare la situazione e nonostante le continue azioni d’attacco la gara termina (giustamente) in parità.

Se lo spettacolo offerto dalle due squadre è stato divertente, e se la partita è risultata godibile per i tifosi neutrali, il punto a testa non accontenta però nessuno. La Roma, dopo il terzo pareggio consecutivo in campionato, vede la Juve allontanarsi sempre di più. Negli ultimi tre turni di campionato i bianconeri hanno preso 6 punti sulla squadra di Garcia.

Ancora una volta i giallorossi hanno sofferto e sono andati sotto nel primo tempo, salvo poi svegliarsi e pareggiare nella ripresa. Il tecnico francese dovrà lavorare su questo aspetto, diventato ormai una costante, e capire cosa non va nell’approccio iniziale alle partite.

I toscani invece non riescono nel tentativo di accorciare il divario che li separa dalle concorrenti per il terzo posto (Lazio, Sampdoria e Napoli) e rimangono sesti in classifica. Le uniche buone notizie sono per i calciatori “ritrovati” da entrambi i tecnici. Iturbe, autore dell’assist per Ljajic, ha disputato un’ ottima partita ed è stato il migliore tra i giallorossi. Questa sera è sembrato quello di Verona, con ottimi spunti e azioni individuali: il gol in Coppa Italia contro l’Empoli sembra avergli fatto bene. Pure Mario Gomez sembra essersi sbloccato ed è andato a segno anche stasera dopo la doppietta contro l’Atalanta della settimana scorsa negli ottavi di Coppa Italia.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo