18 Settembre 2021

Pubblicato il

Eur, Istituto Alberti: studenti in protesta

di Redazione
Il movimento Rotta di Collisione manifesta insieme agli studenti a difesa della scuola pubblica

Si è svolto oggi, alle prime ore del mattino, il sit-in del movimento Rotta di Collisione, che ha coinvolto anche gli studenti, davanti all'Istituto Alberti, nel cuore dell'Eur, a difesa della scuola pubblica. 'Speculate altrove, la scuola non è un'azienda' – questa la scritta affissa su un cartellone che capeggiava gli studenti in protesta.

"La scuola è un patrimonio degli studenti, non permetteremo che a causa di questo Governo, che da mesi ormai continua a prendere tempo con false promesse sui fondi destinati alle scuole, diventi un mezzo di sponsorizzazione per le aziende dei privati" – dichiara Edoardo Stacchiotti, responsabile del movimento che punta il dito contro – "il presidente Renzi e il ministro Giannini", i quali "ormai sei mesi fa, avevano promesso che le riforme per la scuola sarebbero arrivate entro i primi cento giorni di governo e che al rientro dalle vacanze gli studenti avrebbero trovato scuole ristrutturate".

Vuoi la tua pubblicità qui?

E invece? "Invece niente" – continuano Stacchiotti e gli studenti. "Continuano a tagliare fondi, dove ormai non c'è più niente da tagliare e l'unica soluzione che hanno trovato è quella di 'svendere' la scuola pubblica a privati".

Ma gli studenti non ci stanno e "sono stufi di essere succubi dei poteri forti", perché "la scuola è la base dei ragazzi per costruirsi il proprio futuro" e pertanto "dovrebbe essere tutelata non svenduta".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo