19 Luglio 2021

Pubblicato il

E-Prix a Roma Eur: sono tutti d’accordo, è stato un successo

di Redazione

Alberto di Monaco, Antonio Tajani, Giovanni Malagò, Francesco Rutelli, Luigi Di Maio, Flavio Briatore, James Pallota, Bebe Vio...

Vip e cittadini tutti d’accordo: il primo E-Prix a Roma è stato “un successo”. Commenti unanimi prima, durante e dopo la gara che ha visto sul tracciato cittadino dell’Eur, 20 monoposto elettriche contendersi la settima tappa del campionato di Formula E. Grande l’entusiasmo per una manifestazione nuova che ha incuriosito e per cui si era creata tanta attesa nelle scorse settimane, testimoniata anche dalla corsa ai biglietti (più volte messi sul mercato) per assicurarsi un posto in tribuna o nella zona prato. Molti hanno usato i mezzi pubblici, in particolare la linea B della metropolitana, e l’afflusso è stato regolare e senza file considerata anche l’apertura dei cancelli alle 7.30: è solo quando mancavano un paio d’ore dall’E-Prix che le tribune assolate hanno iniziato a riempirsi.

Non meno affollate sono state le esclusive terrazze di piazza Marconi, regno di vip, personaggi politici e istituzionali che hanno osservato la gara da una posizione privilegiata. All’E-Motion Club sono sfilati il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, che ha poi premiato il vincitore Sam Bird, ma anche il leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, vero appassionato di motori elettrici. Ad assicurare la par condicio, è arrivata al circuito la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, mentre il centrosinistra ha potuto contare su Francesco Rutelli. Da ciascuno è arrivato un applauso all’evento sportivo, commentato come “una bella iniziativa” o “un evento positivo da ripetere”. Come ha spiegato anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, “invitato dal sindaco Raggi” e arrivato al circuito accompagnato dal presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, e dal figlio di quest’ultimo, Luigi. Per restare in serie A, hanno fatto la loro comparsa anche il numero uno e il dg della Roma, James Pallotta e Mauro Baldissoni, ma lo sport è stato rappresentato pure dalla campionessa paralimpica di scherma, Bebe Vio.

E ancora. Lo show-biz e’ stato rappresentato dall’imprenditore ed ex manager di Formula 1, Flavio Briatore, arrivato “purtroppo senza il piccolo Nathan Falco, ha la varicella”. Avvistati poi Simona Ventura, Sarah Ferguson, ex moglie del principe Andrea d’Inghilterra, e a proposito di principi va sottolineata la presenza assidua di Alberto di Monaco, grande sportivo. Spiritosissimo il presentatore Giancarlo Magalli, arrivato all’Eur in divisa da vigile urbano. Dopo i 33 emozionanti giri del circuito, è stata la volta della premiazione e del bagno di folla per i vincitori, passati in mezzo a due ali di pubblico entusiasta prima di vedersi consegnare i premi e procedere con la festa a base di champagne tra coriandoli tricolore e musica sparata dagli altoparlanti. Quindi è iniziato il deflusso: lento ma regolare e senza intoppi, gestito con ordine dal personale addetto che ha indicato agli spettatori le regole da seguire. Ora la zona intorno a via Cristoforo Colombo resterà chiusa al traffico ancora per due giorni, in modo da permettere agli operai di smontare le varie strutture che hanno tenuto su il circo della Formula E. In attesa di replicare per altri 5 anni, come annunciato dal sindaco Virginia Raggi e dal fondatore e ceo della Formula E, Alejandro Agag. (Ekp/ DIre)

Vuoi la tua pubblicità qui?

Foto di Claudio Pasquazi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento