Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2022

Pubblicato il

Webinar Metodo Di Bella

Dott. Di Bella: 19 novembre webinar sul MDB, prevenzione e cura dei tumori

di Redazione
Nel sito del Metodo Di Bella ci sono le modalità d'iscrizione gratuita al webinar e il programma che sarà pubblicato nella riedizione del libro
Giuseppe Di Bella e suo padre, il Prof. Luigi Di Bella
Giuseppe Di Bella e suo padre, il Prof. Luigi Di Bella

Riceviamo e pubblichiamo dal Dott. Giuseppe Di Bella.

Webinar del 19 novembre

Questo corso nasce dalla profonda e sentita esigenza di risparmiare a tanti gravi sofferenze, e/o sollevarli dal calvario di tragica drammaticità del cancro, assolutamente inimmaginabile per chi non lo abbia vissuto o non vi abbia assistito. Nasce dal dovere morale, dall’esigenza etica e scientifica di trasmettere, diffondere e valorizzare un patrimonio unico di conoscenze mediche e acquisizioni scientifiche, frutto dell’intera vita di mio padre totalmente, appassionatamente dedicata alla ricerca, allo studio e al progresso terapeutico.

Cura Di Bella: essere amici della verità

Citando Sant’Agostino: “Nessuno può essere veramente amico dell’uomo se non è innanzi tutto amico della verità”.

È molto difficile che un medico, un ricercatore, uno scienziato, abbia fatta propria, compresa, applicata, vissuta, questa massima di un Padre della Chiesa, S. Agostino, come il Prof. Luigi Di Bella. Un eminente medico e ricercatore, il Prof. Sergio Stagnaro, scienziato noto a livello internazionale, autorevole membro della New York Academy of Sciences, definì il Prof. Di Bella: “L’ultimo grande clinico, un gigante in un mondo di nani”.

Per oltre cinquant’anni ho seguito le ricerche di mio padre, l’evoluzione del suo pensiero scientifico, la sua esperienza clinico-diagnostica, gli effetti terapeutici, le vessazioni, i contrasti, le umiliazioni che hanno contraddistinto la sua lunga attività di docente universitario, di medico e di scienziato. La totale incapacità di ingraziarsi i potenti e procacciarsi protettori eccellenti, d’inserirsi nelle mafie di potere, la sua repulsione istintiva al servilismo, al compromesso, all’adulazione, alla disonestà, unitamente a un carattere schivo e al vizio imperdonabile di usare la parola per esprimere il proprio pensiero e non per dissimularlo, hanno penalizzato la sua carriera.

Così come le meschinità e le invidie per i risultati clinici e scientifici conseguiti. Ho cercato soprattutto di cogliere il senso autentico, il significato profondo, le possibilità insperate, aperte dalla continua evoluzione delle sue ricerche sperimentali, dell’esperienza terapeutica, dei criteri e strategie d’impiego, della sua mentalità medica, tesa a trasferire nella pratica clinica una mole unica di conoscenze teoriche, sperimentali e di esperienze. Ho appreso come la diagnosi, punto d’arrivo, traguardo e compendio delle capacità del medico, derivi da un raro equilibrio che è esatta valutazione d’ogni dato semiologico e anamnestico, clinico e strumentale, da un’intuizione affinata dall’esperienza, sostenuta dalle capacità, rafforzata dalle conoscenze, vivificata dal buon senso.

La sinergia Retinoidi, Melatonina, Somatostatina, Vitamine E, D, C

In questi cinquant’anni ho constatato che puntualmente intuizioni che si potrebbero definire storiche per il progresso scientifico e le scienze mediche, come le possibilità terapeutiche sinergiche e il razionale d’impiego di Retinoidi, Melatonina, Somatostatina, Vitamine E, D, C, sono state accolte con scettica indifferenza dal mondo scientifico e puntualmente confermate in media dopo decenni dalla letteratura scientifica, anche se ancora non valorizzate in terapia per ovvi e inconfessabili motivi.

 La sua nuova concezione terapeutica biologica MDB per la prevenzione e la cura dei tumori, dovendo intervenire sulle complesse e molteplici funzioni metaboliche biologiche, sulle varie reazioni vitali deviate dal cancro, non può che essere multifattoriale e multiterapica e basarsi sulle evidenze scientifiche ,sulla razionalità , sul dato di fatto, sull’esperienza clinica, sullo studio attento approfondito e non preconcetto di dati sperimentali e studi clinici , evidenti e documentati, non su trials taroccati e paradigmi fallimentari imposti da una medicina autoritaria e corrotta.

Questa multiterapia biologica, basata sull’asse portante scienza-etica, anticipata dal Prof. Di Bella, sta cominciando lentamente ma inarrestabilmente a diffondersi a conferma che “contra factum non valet argomentum”. I vaniloqui dei maestri del falso, dei professionisti della disinformazione, degli artisti dell’inganno, dei loro complici e collusi, da decenni si accaniscono inutilmente contro la logica matematica e le basi etico scientifiche, i riscontri clinici del Metodo Di Bella. L’impotenza di questi imbonitori di regime a sovvertire la verità, incrementa la loro rabbia, odio, livore, tipici del perfido potere globale che servono.

I continui riscontri clinici del Metodo Di Bella

Ho ritenuto pertanto doveroso, a 82 anni, prima di concludere la mia attività, di trasmettere ai colleghi la concezione terapeutica, le basi scientifiche, i meccanismi biomolecolari che hanno consentito un documentato progresso rispetto ai protocolli oncologici convenzionali. In termini di risposte obiettive, mediane di sopravvivenza, qualità di vita. Posso facilmente dimostrare di non essere animato da alcun interesse finanziario, ideologico o politico. E a 82 anni di non avere alcuna ambizione di carriera, né  di protagonismo.

Non ho alcun merito scientifico, l’intero MDB è unicamente opera di mio padre, cerco solo di diffonderlo, farlo conoscere e applicare, nella ferma e fondata convinzione, maturata nel corso di 50 anni, che possa salvare delle vite e/o comunque prolungarle sensibilmente con qualità di vita sicuramente più accettabile. Il Metodo Di Bella è stato censurato e diffamato con le stesse tecniche di disinformazione, mistificazione e falsificazione che hanno usato per imporre terapie sperimentali non validate e bloccare trattamenti efficaci razionali e documentati.

Le ultime pubblicazioni, che allego, documentano la remissione completa e stabile di glioblastomi e astrocitomi anaplastici di 3° da oltre sette anni e quella di durata analoga, e in due casi di oltre 10 anni, di 15 osteosarcomi metastatici. Riporto anche la pubblicazione sulla somatostatina liposomiale per somministrazione orale.

Nel webinar del 19 novembre, cui, spero, seguiranno altri, lascerò ampio spazio ai colleghi per la discussione e il dibattito. Nel sito inserirò dal tre novembre le modalità d’iscrizione (gratuita) e il programma, probabilmente avremo i crediti di tipo F.

Pubblicherò il tutto per esteso nella prossima riedizione aggiornata del libro (spero anche in lingua inglese) sulla prevenzione dei tumori in cui inserirò la prevenzione terziaria con stadiazione, diagnostica ematochimica e strumentale, mediane di sopravvivenza con MDB in rapporto all’oncologia convenzionale in 26 diverse varietà di tumori.

Le proprietà antinfettive del MDB

Inserirò anche un capitolo sulle proprietà antinfettive, immunomodulanti antiossidanti delle molecole biologiche antitumorali del Metodo Di Bella. Se mi obiettano che la sperimentazione ministeriale del 1998 ha decretato l’inefficacia del MDB, posso documentare la totale mancanza di dignità scientifica e pertanto dell’assenza completa di indicazioni cliniche della sperimentazione ministeriale del Metodo Di Bella del 1998, dall’esito chiaramente preconfezionato. Documentazione a questo link.

Le pubblicazioni allegate e le altre 45 sul MDB nelle banche dati biomediche, contraddicono e smentiscono radicalmente gli esiti della sperimentazione ministeriale del 1998 e ne rappresentano la pietra tombale. Sono tutte reperibili a questo link. Con colleghi e collaboratori della Fondazione Di Bella stiamo cercando  un confronto istituzionale per consentire a farmacisti preparatori la produzione galenica della somatostatina liposomiale per somministrazione orale, al momento bloccata dalla burocrazia  di regime.

Essendo la Somatostatina, molecola biologica e registrata, come la Lecitina, (i cui fosfolipidi avvolgono la Somatostatina, ma non interagiscono con essa, non formano una  molecola nuova che richiederebbe sperimentazioni). Una sperimentazione non ha ragione d’essere, né  il divieto alla sua preparazione galenica. La sua disponibilità abbatterebbe verticalmente i costi e faciliterebbe, semplificherebbe notevolmente la somministrazione, oltre ad incrementarne l’efficacia.

Giuseppe Di Bella

Pubblicazioni recenti della Fondazione Di Bella:
la pubblicazione sugli osteosarcomi;
Pubblicazione sugli osteosarcomi su Research Gate col testo per esteso.
Pubblicazione sui tumori cerebrali.
E sui tumori cerebrali per esteso su Research Gate.
Pubblicazione sulla SST liposomiale.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo