Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2020

Pubblicato il

Dal 7 novembre seggiolini anti-abbandono obbligatori

di Redazione

Il Ministero dei Trasporti ha reso obbligatori i dispositivi salva-bebè che impediranno fatali dimenticanze da parte dei genitori

Il Ministero dei Trasporti ha deciso: dal 7 novembre scatta l'obbligo dei seggiolini anti-abbandono per i bambini. La legge riguarda i bambini fino a 4 anni e la trasgressione prevede da 80 a 326 euro.

Dopo i recenti e terribili fatti di bimbi dimenticati in auto, errore talvolta fatale, si è deciso che la tecnologia può venire in aiuto per scongiurare queste tragedie.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le tipologie dei dispositivi

Questi dispositivi saranno di tre tipi:

Nuovi seggiolini con allarme compreso, integrazioni ai vecchi seggiolini, oppure forniti come optional all'acquisto dell'automobile.

In caso di dimenticanza verrà emesso un segnale acustico o luminoso, percepibile all'esterno del veicolo. Non è invece obbligatorio che questo sistema sia collegato a un avviso con notifiche dirette su smartphone, ma solo facoltativo. Eppure, come si dice, la prudenza non è mai troppa.

I terribili precedenti

L'ultima volta era successo il 19 settembre a Catania, il piccolo aveva due anni ed era stato dimenticato dal papà. In dodici anni sono otto i casi di bambini che hanno perso la vita perché lasciati in auto: nel 2018 a Pisa la piccola Giorgia di un anno, nel 2017 Tamara ad Arezzo di 16 mesi, nel 2016 a Firenze Gioia di 17 mesi muore per asfissia e nel 2013 a Piacenza Luca muore sotto il sole a due anni. Nel 2011 i casi sono addirittura due, Jacopo di 11 mesi ed Elena di 22.

La tecnologia verrà ora in aiuto per evitare queste morti atroci. 

Leggi anche:

Antisemitismo, perché la Commissione Segre è un errore (in buona fede)

Roma, al via i Weekend della Mic: apertura serale dei Musei Capitolini

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento