27 Febbraio 2021

Pubblicato il

Da maggio 12 linee di trasporto in meno nella Capitale

di Redazione

Tagli ad Atac e Roma Tpl: l'assessore Improta spedisce due lettere alla società. Ecco i tagli

Atac dovrà rinunciare a 2,8 milioni di km di trasporto e a 12 linee, che saranno soppresse; la Roma Tpl, società delle linee di periferia, invece,  dovrà rinunciare a 6,8 milioni di budget sul contratto di servizio (il 10% del bilancio complessivo), che significherà diminuzione dei mezzi e dipendenti in esubero. Tutto questo, su richiesta dell’assessore alla Mobilità di Roma Capitale, Guido Improta, che ha indirizzato due lettere alle due società.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nei depositi Atac le operazioni sarebbero già partite: il deposito di Collatina – riferisce il quotidiano Repubblica – avrebbe dato “il nulla osta alla ristrutturazione”. Le date cruciali sono il 5 e il 12 maggio, per cui: “dal 5 maggio soppressi i bus 112, 175 312, 442 e 491. E dal 12 maggio il 565. In tutto sei linee. Naturalmente – riferisce il quotidiano – per recuperare funzionalità le altre saranno in parte modificate e in parte rimodulate. Con un risparmio finale di 1.806.361 chilometri”. Ma, da quanto si apprende, sarà soppressa anche la linea 218; per tutto il resto, mancano ancora comunicazioni ufficiali dell’Agenzia per la Mobilità, ma la certezza è una: della soppressione delle 12 linee ne risentiranno soprattutto le periferie romane.

Infatti, per quanto riguarda invece la Roma Tpl, come già annunciato da Improta a Radio Popolare Roma, il taglio è stato “ineludibile”. Nella lettera, si legge che Roma Capitale “intende avvalersi della facoltà di ridurre la produzione chilometrica fino alla concorrenza delle somme disponibili. Tale riduzione dovrà essere applicata a far data dall'1-5-2014 e dovrà tener conto della produzione già effettuata fino al 30 aprile, che concorrerà a formare il monte chilometri producibile con le somme disponibili in bilancio”. 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento