Vuoi la tua pubblicità qui?
10 Agosto 2022

Pubblicato il

Covid, Fauci: “Omicron contagerà tutti, ma arriveremo a convivere con il virus”

di Lorenzo Villanetti
"Non possiamo lasciare che il Covid domini le nostre vite ancora a lungo", commenta l'esperto americano in malattie infettive
anthony fauci
L'immunologo della Casa Bianca Anthony Fauci

Anthony Fauci, il superesperto americano in malattie infettive, nonché consigliere per il Covid del Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si è espresso in merito alla variante Omicron. Per lo specialista, intervenuto nel corso di una presentazione organizzata dal Center for Strategic and International Studies, essa “troverà tutti”, contagiando anche i vaccinati.

“Omicron troverà tutti”

Omicron, con il suo grado di trasmissibilità senza precedenti, alla fine troverà tutti. I vaccinati e coloro con la terza dose saranno esposti alla variante. Molti di loro saranno probabilmente infettati ma, molto probabilmente, non finiranno in ospedale e non moriranno” commenta Fauci.

Convivere con il Covid

Per l’esperto, inoltre, gli Stati Uniti si troverebbero alla soglia di un periodo di transizione, in seguito al quale si potrebbe convivere con il virus: “Non siamo al punto in cui possiamo dire in modo accettabile di poter convivere con il virus, anche a causa dell’attuale pressione sul sistema sanitario. Ma penso che ci arriveremo: non possiamo lasciare che il Covid domini le nostre vite ancora a lungo. La nazione dovrebbe ormai contare sulla combinazione di una buona immunità di base, e la possibilità di curare una persona a rischio”.

Alcuni dati

Nelle ultime settimane, il Paese nordamericano ha registrato contagi record. Lunedì, secondo un conteggio di Nbc News, sarebbero stati 1,34 milioni i positivi al virus. È però da ricordare che negli Usa, secondo i dati dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, circa 65 milioni di persone (un americano su cinque) non si sono sottoposte alla vaccinazione anti-Covid. Oltre il 62%, invece, è stato completamente vaccinato, ma solo il 23% con terza dose.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo