Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Agosto 2020

Pubblicato il

Covid-19 Roma: alla stazione Tiburtina test rapidi su passeggeri da est Europa

di Redazione

Test rapidi di monitoraggio delle condizioni di salute dei soggetti provenienti da Bulgaria, Romania e Ucraina, al fine di scongiurare risalita dei contagi

Test rapidi, autostazione Tiburtina
Test rapidi, autostazione Tiburtina

“Vivo apprezzamento” è stato espresso dal presidente di Tibus srl, Giovanni Bianco, in merito all’ordinanza del 28 luglio 2020, a firma del presidente della Regione Lazio.

Con essa le autorità competenti hanno il monitoraggio delle condizioni di salute dei soggetti provenienti da Bulgaria, Romania e Ucraina, al fine di scongiurare una risalita dei contagi.

“Partendo dall’attuale situazione epidemiologica del contagio da Covid-19 sul territorio laziale, l’ordinanza rafforza le misure già attuate dall’Autostazione sulla base dei protocolli di regolamentazione delle misure di sicurezza”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tibus srl “condivide pienamente l’obiettivo del provvedimento, frutto dell’iniziativa dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato e dell’assessore alla Mobilità Mauro Alessandri“.

Test rapidi, l’area dedicata aperta anche ore notturne

“Quest’ordinanza mette in campo un’azione di vitale importanza per il servizio dell’Autostazione e ne rafforza l’operato improntato alla massima correttezza e ossequio alle disposizioni governative”. Ha commentato Giovanni Bianco.

L’Autostazione, anche in risposta alla richiesta del Dipartimento Mobilità e Trasporti di Roma Capitale, “si è attivata immediatamente con l’Unita’ Uscar, l’Asl Rm1 e l’assessorato alla Sanità Regione Lazio.

Ha allestito un’area dedicata esclusivamente ai trattamenti sanitari previsti nell’ordinanza laziale, collocando l’area dedicata in posizione distanziata rispetto ai terminal delle partenze e degli arrivi”. Sempre nell’ottica di mantenere il servizio trasporti attivo.

L’Autostazione, spiega sempre la nota, “ha programmato l’apertura anche nelle ore notturne al fine di agevolare l’effettuazione dei test all’unità Uscar e garantire un continuo monitoraggio.

“Con l’occasione ringraziamo vivamente la struttura, gli operatori delle Unità sanitarie e le forze dell’ordine“. Così ha concluso il presidente di Tibus, Giovanni Bianco.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento