01 Agosto 2021

Pubblicato il

Attacco Hacker al sito del Miur: obbligati ad una riforma imposta

di Redazione

Anon-news.blogspot.it, Anonymus, è il blog degli hacker con il messaggio che riportiamo: bianco su nero attaccano il Ministero dell’Istruzione contro la riforma

Attacco Hacker al sito del Miur: obbligati ad una riforma imposta. Senza confronto democratico e solo obblighi per la sopravvivenza. Anon-news.blogspot.t, Anonymus, è il blog degli hacker su cui c’è il messaggio che riportiamo qui affianco: bianco su nero attaccano il Ministero dell’Istruzione contro la riforma.

Si è diffuso nel pieno pomeriggio di ieri, sabato 30 gennaio, rimbalzando sui Social con un messaggio che ha informato dell’attacco e dei motivi fatti al Ministero dell’Istruzione. Hanno invaso la rete entrando nei protocolli di trasferimento delle pagine personali, soprattutto dei docenti, che hanno potuto visualizzare immediatamente l’intenzione e le rivendicazioni. Gli stessi avevano attaccato tempo fa, anche il ministero dell’ambiente contro le trivellazioni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Con questo attacco vogliono dimostrare e accusare il Governo di una riforma “la Buona scuola”, del tutto imposta ed entrata in vigore nonostante il dissenso di tanti; i lavoratori sono stati schiacciati anche negli affetti obbligandoli ad un distacco dagli affetti personali; non hanno ascoltato nessuno aggredendo e rendendo schiavi i lavoratori della scuola; hanno avuto il potere di imporre senza dibattito democratico; attaccano il Governo di voler comprare gli insegnanti e un consenso con 500 euro. Fino ad oggi solo scandali, crolli strutturali e tutto ricondotto alla sola sopravvivenza. Infine hanno mostrato una parte di quanto “preso” dal sito del Miur. L’intenzione degli Anonymus è quella di tornare nel sito, entrare di nuovo nei data base, fare “giustizia”.Per tutta la serata è stato impossibile raggiungere il sito Miur.

Una delle frasi scritte riportava il fatto che non dimenticano e non perdonano e infine “Aspettateci”.  

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento