15 Giugno 2021

Pubblicato il

Arrestati a Roma due fratelli usurai:cassaforte era la tomba di famiglia

di Redazione

I due fratelli avevano deciso di trasformare la tomba di famiglia nel loro bancomat di famiglia

Avrebbero concesso dei prestiti con l'applicazione di tassi usurari a imprenditori e altre persone in difficoltà. Per questo due fratelli romani, assieme a una terza persona, sono stati arrestati dai finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, al termine di un'indagine coordinata dalla Procura di Roma.

A rendere interessante la notizia, è l'inventiva che hanno avuto i due fratelli nel cercare un posto sicuro dove custodire i proventi del malaffare: niente di più privato e impensabile della tomba di famiglia al cimitero romano di Prima Porta, hanno pensato.

In particolare, decine di migliaia di euro in contanti sono stati messi in delle buste di plastica e sotterrate in più punti attorno alla tomba. I due sono ritenuti responsabili e dovranno rispondere, a vario titolo, di usura aggravata, estorsione, abusiva attività finanziaria, intestazione fittizia di beni e millantato credito.

 

LEGGI ANCHE:

Roma, Titolare di bar vince al Lotto ma la banca perde lo scontrino

Roma, 16enne picchiava nonna e bisnonna. Voleva denaro per la droga

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento