24 Giugno 2021

Pubblicato il

Ancora un nubifragio su Roma, anche questa volta ci sono gravi danni

di Redazione

Anche in via Nomentana altezza GRA forti rallentamenti per la caduta di un grosso pino che ha completamente invaso le due carreggiate

Un altro nubifragio si abbatte con violenza su Roma e principalmente sul quadrante nord. La pioggia ha completamente allagato diversi quartieri e paralizzato il traffico. Anche questa volta gli alberi caduti sono molteplici. Il quartiere Serpentara risulta uno dei più colpiti. Vari alberi di grossa portata hanno divelto con le radici l'asfalto cadendo rovinosamente al suolo. In via Lina Cavalieri un pino marittimo ha bloccato l'entrata delle auto di un condominio. I residenti sono esasperati dalla situazione disagevole.

Una signora riferisce che sono completamente bloccati per via della caduta dell'albero. In via Comano si registrano due alberi caduti che hanno occupato parzialmente la carreggiata. In via Suvereto un altro tronco si è abbattutto al suolo in modo travolgente, nei pressi delle strisce pedonali. In via Titina de Filippo due grossi rami hanno provocato danni a vari veicoli regolarmente parcheggiati.

Anche in via Nomentana, altezza Grande raccordo anulare, si registrano forti rallentamenti per via del crollo di un grosso pino marittimo che ha completamente invaso le due carreggiate, rischiando il ferimento di pedoni e/o automobilisti. Eloquenti le foto pubblicate. Una capitale europea flagellata da eventi che si potrebbero evitare con una corretta manutenzione. La conta dei danni anche oggi è disarmante. Ancora in in corso gli interventi della polizia di Roma Capitale, dei Vigili del fuoco e della Protezione civile.

 

Leggi anche:

Roma, Degrado a Porta Maggiore fra mercatini abusivi e sporcizia

Roma, dal 22 agosto al via la manutenzione del viadotto della Magliana

Calcio, identificati i tifosi della Lazio autori dei volantini sessisti

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento