23 Luglio 2021

Pubblicato il

Allarme per gli appassionati dello sci, la neve non arriva

di Redazione

Nelle maggiori e più conosciute località sciistiche del Lazio, come Campo Catino, Campo Staffi e Monte Livata, il circo bianco è in allarme

"Mi chiedo se la neve ama alberi e campi, che bacia così dolcemente e li copre come con una morbida trapunta bianca e forse dice: Andate a dormire cari, finchè l'estate non arriva di nuovo". La citazione è tratta da: 'Alice nel paese delle meraviglie' di Lewis Carrol e rappresenta un intrigante indizio, per cercare di capire dove si sia cacciata questa benedetta coperta e se sarà davvero il caso di attendere l'estate, considerando le temperature miti di questo autunno e inizio inverno.  Niente trapunta bianca quindi e chissà fino a quando, tanto che gli operatori del settore turistico invernale, non nascondono i loro comprensibili timori e, rincarando la dose (tutta colpa del termometro anomalo), l'impianto per l'innevamento artificiale, non può essere utilizzato. Nelle maggiori e più conosciute località sciistiche del Lazio, come Campo Catino e Campo Staffi nel Frusinate, per avvicinarci a Roma,  Monte Livata, nel comune di Subiaco, il circo bianco è in allarme. L'afflusso e il pienone auspicato per Natale e Santo Stefano è saltato e la stessa cosa, purtroppo, si può dire per l'ultimo dell'anno, stando alle previsioni meteo, che indicano l'avvicinarsi di una perturbazione, solo durante i primi giorni di gennaio. Tale stato di cose, porta inevitabilmente a fare il punto sui costi affrontati per l'acquisto di materiali e macchinari. A Campo Catino, l'impianto per la cosiddetta neve programmata, costato circa due milioni di Euro, è ancora inutilizzato, mentre, in riferimento alla legge di Stabilità, la Regione Lazio ha stanziato 13,9 milioni, per l'impianto di risalita del Terminillo. Previsioni e cifre che non lasciano tranquillo nessuno, purtroppo. Stando a ciò, mi piace l'idea di poter trasmettere un briciolo di ottimismo, attraverso un twitter molto delicato, che in un certo senso, richiama il pensiero iniziale: "Della neve rimpiango la discrezione. Faceva tutto in una notte e al mattino, la trovavi in giardino con alberi, tetti e strade arredate." Chissà se le prossime ore non riservino davvero una piacevole sorpresa!

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento