21 Settembre 2021

Pubblicato il

Al via da oggi “Le voci del bosco”

di Redazione
Musica, arte, spettacolo e due concorsi per educare all'ecosostenibilità e al riciclo

Si inaugura oggi a Roma, sino al 14 settembre, un nuovo spazio all’insegna dell’arte sperimentale all’insegna dell’ecosostenibilità e del riciclo. Le voci del bosco comprende opere d’arte in mostra, laboratori di riciclo, grandi concerti e incontri con esperti e appassionati, che si susseguiranno tra un bosco di plastica traslucido e un palco – la collina dei suoni e delle sonorità – scenografato principalmente con bottiglie in PET e buste di plastica: rifiuti che si rinnovano assumendo le sembianze della natura che non li ha mai generati.

Vuoi la tua pubblicità qui?

LE VOCI DEL BOSCO – Ricca anche la presenza di artisti e musicisti, tra cui Tony Cercola, Leno Landini, Vanessa Cremaschi, tra i solisti protagonisti degli incontri/concerti, Riciclato Circo Musicale, band presentata dal consorzio nazionale Rilegno, e Maurizio Capone & Bungt Bangt, tra i gruppi che si esibiranno, con strumenti ottenuti dal riciclo creativo. Il tutto nella splendida cornice metafisica di Piazza Giovanni Agnelli, allestita dall’Architetto Daniela Dazzi per suscitare curiosità e meraviglia.

TANTA CARTA QUANTO PESI – L’attenzione al recupero e al riciclo si realizza anche con un concorso per ragazzi, scuole e genitori: “Tanta carta quanto pesi”, ideato e realizzato in collaborazione con il Gruppo Porcarelli, si propone l’obiettivo di sensibilizzare e far scoprire ai bambini, ai ragazzi e ai loro genitori il percorso che consente – attraverso il recupero e riciclo – di ottenere dalla carta e dal cartone la carta e il cartone. Un gioco che consentirà di ottenere tanti gadget e splendide sorprese. Partecipare è semplice: basta portare a LE VOCI DEL BOSCO nello spazio del GRUPPO PORCARELLI tutta la carta e il cartone che con i genitori avete deciso di gettare via. E se la carta e il cartone che avrete portato a LE VOCI DEL BOSCO raggiungerà il vostro “peso forma” vi sarà consegnato un fantastico top gadget per la scuola.

Ma non finisce qui. Potete scegliere se diventare anche “ambasciatori” della vostra scuola, con i vostri genitori e i vostri insegnanti, per portar via tutta la carta della scuola, e realizzare una doppia buona azione: non solo il riciclo del materiale, ma anche la scelta di donare un piccolo contributo a SAVE THE CHILDREN per dire basta alla mortalità infantile. SAVE THE CHILDREN – Il Gruppo Porcarelli ha scelto di sostenere sia nel 2013 che in questo 2014 la campagna Every One, la sfida internazionale lanciata da Save the Children per dire basta alla mortalità infantile. Lo ha fatto attraverso una generosa donazione legata alla loro capacità ed a quella dei propri clienti di fare squadra. Grazie a questa partnership, è stato possibile garantire salute e nutrizione a migliaia di bambini che rischiavano di non arrivare a compiere i 5 anni. Grazie ai fondi raccolti, infatti, sarà possibile rifornire di farmaci e di materiale sanitario 3 Centri di Stabilizzazione per i bambini affetti da malnutrizione cronica e costruire i sistemi di raccoglimento dell’acqua per 4 Presidi Sanitari.

RE BOAT RACE – L’evento Le Voci del Bosco è gemellato con la RE BOAT RACE, la regata riciclata – che prevede l’apertura del CANTIERE DELLE RE BOAT, dove tutte le RECYCLED BOATS costruite durante l’Estate verranno preparate per la posa in acqua nel Lago dell’EUR e la regata di Domenica 14 Settembre. Tanti i Green Team iscritti e tante sono già le imbarcazioni pronte a sfidarsi, il 14 settembre 2014, nella “regata più eco-sportiva dello stivale” sulle acque del Lago dell’Eur di Roma.

CONTESTECO – La RE BOAT RACE sarà inoltre l’occasione per presentare alcuni nuovi progetti che entreranno nelle scuole, tra cui CONTESTECO, il concorso di “design tecnico/artistico e sostenibile” più eco del web che si rivolge a tutte le Scuole Superiori che vogliono sperimentare e operare sul campo, le capacità tecnico/creative dei propri alunni e professori, progettando, realizzando e ponendo in opera un’imbarcazione con sistema di propulsione definibile come “ecologico” o per meglio dire a “impatto zero”, costruita per il 90% con materiale di recupero, riuso e riciclo.

L’attuazione del CONTEST prevede 4 fasi: 1 – la progettazione, 2 la realizzazione, 3 l’esposizione, 4 la posa in acqua contest di galleggiamento e test di propulsione e, poi, la partecipazione all’eventuale regata del 2015. Progettazione, scelta degli oggetti di recupero per la costruzione dell’imbarcazione e loro assemblamento, design originale, prova di galleggiamento e propulsione saranno i criteri con cui la “giuria qualificata” del contest giudicherà l’operato delle Scuole partecipanti.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo