20 Settembre 2021

Pubblicato il

Al Teatro Costanzi va in scena “Dido & Aeneas” di Henry Purcell

di Redazione
Con questo spettacolo torna al Teatro Costanzi l’opera barocca

Mercoledì 14 settembre, ore 20, per la prima volta a Roma va in scena al Teatro Costanzi Dido & Aeneas di Henry Purcell, con la regia e la coreografia di Sasha Waltz. Lo spettacolo fa parte delle “anteprime” del Roma Europa Festival 2016.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Con Dido & Aeneas di Henry Purcell il Teatro dell’Opera di Roma riapre i battenti dopo la pausa estiva. Regia e coreografia sono curate da Sasha Waltz, in scena la Tanzcompagnie Sasha Waltz & GuestsChristopher Moulds dirigerà l’Akademie für Alte Musik e il Vocalconsort di Berlino. L’allestimento ha le scene di Thomas Schenk e Sasha Waltz, i costumi di Christine Birkle, le luci di Thilo Reuther. L’opera è eseguita nella ricostruzione musicale di Attilio Cremonesi.

Con questo spettacolo torna al Teatro Costanzi l’opera barocca: È una proposta che abbiamo voluto fare, dichiara il Sovrintendente Carlo Fuortes, per non limitare il repertorio del nostro teatro al grande melodramma fra Sette e Ottocento. Così in passato abbiamo accolto molti lavori contemporanei, e ora questo Dido & Aeneas.

Sono certo che interesserà i molti appassionati della musica barocca, ma non a caso lo presentiamo nella versione innovativa di Sasha Waltz. Mentre manteniamo un’assoluta fedeltà alla parte musicale, realizzata, con l’uso di strumenti antichi, da un ensemble specializzato in questo repertorio, quello che il pubblico vedrà è una versione straordinaria non solo dal punto di vista coreografico, ma nella realizzazione di uno spettacolo affascinante e molto adatto ai grandi spazi del Costanzi”.

Sasha Waltz, appassionata della musica di Purcell e conquistata dalla figura tragica di Didone, descrive il suo spettacolo come un’unione diMusica, danza, canto, immagine, teatro. E’ come se in scena tutti gli interpreti creassero un solo, grande corpo, all’interno del quale si sviluppano molti modi di raccontare la stessa storia. La danza, costantemente presente, qui non è mai solo decorativa. E’ un linguaggio che arricchisce sempre di nuove informazioni il contenuto del pezzo”.

Dido & Aeneas, capolavoro del Seicento inglese, ha un libretto di Nahum Tate basato sul quarto libro dell’Eneide di Virgilio, nel quale si raccontano le vicende della regina cartaginese e dell’eroe troiano. Henry Purcell (1659-1695) è stato uno dei maggiori protagonisti della musica inglese ed europea in generale. La sua breve esistenza (36 anni, quasi come quella di Mozart), fu ricca di composizioni, tra cui alcune opere: Dido & Aeneas, l’unica di stile italiano, è anche la sola che ci è giunta pressoché completa.

Dimenticata, dopo il successo iniziale, per circa due secoli, fu riscoperta nel tardo Ottocento ed è oggi considerata uno dei capolavori del teatro musicale. Molto probabilmente all’epoca della sua prima rappresentazione, nel 1689 a Chelsea, allora un piccolo villaggio alle porte di Londra, Dido & Aeneas comprendeva alcune danze, come era tipico dell’opera del periodo. Queste erano però certamente diverse dai movimenti rigorosi, spesso atletici e dalla continua inventiva con cui Sasha Waltz firma le sue coreografie.

Con questa sua versione, che viene presentata per la prima volta a Roma, la Waltz ha iniziato nel 2005 il suo percorso in quella che lei stessa chiama “opera coreografica”. In precedenza l’artista tedesca, figura di punta della danza contemporanea, aveva firmato una serie di lavori nei quali dialogavano vari generi e forme artistiche.

Sulla scena del Dido & Aeneas, ai 12 danzatori della sua compagnia, si aggiungono 51 interpreti fra strumentisti, solisti e cantanti del coro. Tutti insieme partecipano a una coreografia collettiva, che trascende e combina insieme le funzioni loro consuete in uno spettacolo.

Lo stesso personaggio è interpretato sia da un cantante sia da uno o più danzatori e/o da elementi del coro. Se regia e coreografia dello spettacolo sono radicalmente innovative, un’assoluta fedeltà al testo musicale è invece garantita dai componenti dell’Akademie für Alte Musik, dal Vocalconsort e dal direttore Christopher Moulds, tutti specialisti nell’interpretazione della musica antica.

Lo spettacolo è una produzione di Sasha Waltz & Guests e di Akademie für Alte Musik Berlin in coproduzione con Staatsoper Unter den Linden Berlin, Grand Théâtre de la Ville de Luxembourg e Opéra National de Montpellier. Sasha Waltz & Guests è sostenuto da Hauptstadtkulturfonds e Land Berlin.

Dopo la “prima” di mercoledì 14 settembre (ore 20) l’opera sarà replicata giovedì 15 (ore 20), sabato 17 (ore 18.00) e domenica 18 settembre (ore 16.30).

Per info: www.operaroma.it

LEZIONE DI OPERA  Lunedì 12 settembre, ore 20, al Teatro Costanzi appuntamento con il maestro Giovanni Bietti che entrerà nel vivo della partitura con la “Lezione di Opera” per il pubblico Dido & Aeneas. Un capolavoro tra passato e futuro. Il costo è di 8 euro.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo