Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Novembre 2021

Pubblicato il

“100 Presepi” torna a Roma nelle Sale del Bramante

di Redazione
La rassegna durerà fino al 6 gennaio 2015

Anche quest’anno il 27 novembre è partita “100 Presepi”, la rassegna d’arte presepiale iniziata nel 1976 per riaffermare una tradizione tipicamente italiana che in quegli anni rischiava di essere soppiantata dalla moda dell’albero di Natale, lontana dalle tradizioni della nostra cultura. Potremo ammirarla fino al 6 gennaio 2015 nelle Sale del Bramante, un tempo studio dell’architetto rinascimentale, attigue alla basilica di Santa Maria del Popolo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una delle finalità della rassegna è volta a promuovere il Presepe per diffonderne sempre di più la conoscenza all’estero, anche nei paesi professanti altre confessioni, approfittando dei numerosi turisti stranieri che visitano l’esposizione nel periodo natalizio.

La denominazione “100 Presepi” è un riferimento storico indicante il numero dei presepi esposti nelle prime edizioni. La particolarità della rassegna è la molteplicità dei materiali utilizzati dagli artigiani: dal corallo all’argento, alle porcellane, dal vetro al bronzo, dalla ceramica all’argilla, presepi in legno, ferro battuto, cartapesta; creati addirittura con la cioccolata, il pane, il mais, i tappi, i bottoni e tanto altro.

Un’altra particolarità sono le dimensioni, che variano dal formato in miniatura a quello ad altezza d’uomo; per non parlare delle ambientazioni, da quelle classiche del sud sei-settecentesche a quelle romane dell’ottocento, per arrivare a quelle avveniristiche realizzate con il cristallo.

I presepi, che si rinnovano ogni anno, provengono da quasi tutta Italia e da circa 25 paesi esteri. Sono realizzati da artigiani, artisti, appassionati, collezionisti, studenti di scuole elementari e medie, da enti statali e locali e da musei nazionali ed esteri.

L’esposizione durerà fino al 6 gennaio 2015 e sarà aperta ininterrottamente dalle 9.30 alle 20.00, tutti i giorni compresi Natale, S.Stefano, Capodanno ed Epifania.

Inoltre i bambini dai 4 agli 11 anni potranno partecipare al laboratorio “Il Presepe come gioco” per realizzare un personaggio del Presepe (prenotazione  obbligatoria).

 

 

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo