15 Giugno 2021

Pubblicato il

Verona-Roma 1-1, Juve a +9

di Redazione

Giallorossi avanti con Totti al 26', il Verona rimonta con Jankovic al 38'

Ancora un pareggio, il sesto nelle ultime sette partite dei campionato, e ancora una volta una Roma senza idee, che fatica a portare il pallone in area. Che l'avversario sia il Milan, il Verona, o il Parma ultimo in classifica non fa differenza: i giallorossi non sanno più vincere e il bel gioco visto l'anno scorso e nei primi mesi di questo campionato è un lontano ricordo.

Il match del Bentegodi inizia bene per la squadra di Garcia, che parte subito forte e sfiora il vantaggio prima con Gervinho, che servito in area da Ljajic non controlla, poi con Nainggolan che al 10' lascia partire un gran sinistro dalla distanza deviato da Benussi in angolo. Gli ospiti si rendono ancora pericolosi con Manolas su calcio d'angolo al 23', ma la schiacciata di testa del difensore greco termina di poco a lato.

Il vantaggio della Roma arriva al 26' con Totti, che trova l'angolino sinistro con un bel destro dai 25 metri. I giallorossi fanno la partita e gestiscono il possesso palla, il Verona si copre e cerca di tagliare le linee di passaggio agli avversari, proponendosi in avanti con lanci lunghi per Toni.

Il primo tempo sembra destinato a finire sul punteggio di 0-1 in favore degli ospiti, ma gli scaligeri sono bravi a sfruttare un calcio d'angolo e pareggiano al 38' con Jankovic, che riesce a colpire di testa grazie alla marcatura troppo morbida di Florenzi, palla che rimbalza sul corpo di Keita ed entra in porta.

Nel frattempo Garcia è costretto a far uscire Florenzi per infortunio, al sui posto entra Torosidis. La Roma ha poi l'opportunità di riportarsi in vantaggio appena prima dell'intervallo grazie a una punizione da buona posizione, ma il destro di Ljajic si stampa sulla traversa. Termina la prima frazione di gara e si ricomincia senza cambi nelle due formazioni.

Il Verona entra in campo più aggressivo rispetto al primo tempo, e al 52' ha una grande chance per portarsi in vantaggio: Ionita mette in mezzo il pallone dalla destra, Torosidis allontana, il pallone arriva ad Hallfredsson che calcia a botta sicura ma è ancora Torosidis a salvare tutto respingendo sulla linea di porta il tiro del centrocampista islandese.

Al 66' Garcia prova a cambiare qualcosa inserendo Doumbia al posto di Totti, che abbandona il campo visibilmente scontento per la sostituzione. L'ingresso dell'attaccante ivoriano non ottiene l'effetto sperato dall'allenatore e la Roma continua a faticare negli ultimi 20 metri di campo senza trovare la profondità.

A questo punto il tecnico francese prova anche la carta Verde, facendo uscire Pjanic, ma anche questo cambio non cambia l'esito della partita e l'ultima mezz'ora scorre senza che i giallorossi riescano a portare seri pericoli nell'area di Benussi.

Finisce la partita e la delusione sui volti dei giallorossi è evidente, il Verona può invece sorridere per aver ritrovato un punto dopo tre sconfitte consecutive. Sorride anche Allegri, che si trova sempre più solo al primo posto e adesso potrà gestire la sfida dell'Olimpico contro la Roma del 2 Marzo con maggiore tranquillità.

Abbandonate o quasi le possibilità di agganciare la Juventus, adesso la Roma dovrà invece guardarsi dal Napoli per mantenere il secondo posto: se domani i partenopei dovessero vincere contro il Sassuolo, i punti di distacco tra le formazioni di Garcia e Benitez saranno soltanto tre.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento