Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Settembre 2020

Pubblicato il

Ufficiale. Giachetti verso il Campidoglio: l’annuncio in un video

di Redazione

L'annuncio tramite YouTube: il deputato dem Giachetti ufficializza la sua partecipazione alle primarie a pochi giorni dall'endorsement del premier Matteo Renzi

Roberto Giachetti

“Romano e romanista” (cit.), piace a Matteo Renzi, il deputato del PD Roberto Giachetti rompe ogni riserva e ufficializa la sua corsa al Campidoglio con un video pubblicato su YouTube.

Il ‘sì’ arriva a pochi giorni dall’endorsement del premier Matteo Renzi, che così ne aveva parlato a RepubblicaTv: “Il candidato sindaco a Roma lo decideranno le primarie, secondo me Giachetti conosce Roma meglio di chiunque altro, ha fatto il capo di Gabinetto, è romano e…romanista”.

Vuoi la tua pubblicità qui?


Dunque, Giachetti è il primo dei candidati ufficiali alle primarie del centrosinistra a Roma, in vista delle prossime elezioni amministrative che decideranno il nuovo sindaco della Capitale.

“Ho deciso di partecipare alle primarie per il sindaco di Roma: ci ho messo un po’ di tempo, lo confesso, e non solo per un pizzico di paura, ma soprattutto per una forma di rispetto nei confronti di un impegno che so essere immenso gravoso”. Lo sfondo è di quelli da cartolina: Giachetti lancia la sua candidatura direttamente dal Gianicolo, un pezzo di Roma che non solo è rappresentativa per tutto il mondo – essendo andata anche al cinema con Sorrentino ne La Grande Bellezza – ma soprattutto per lo stesso deputato dem, che spiega: “Il Gianicolo è il quartiere dove sono nato e cresciuto”.

Ma Giachetti sembra avere un’idea ben precisa di quella che potrebbe essere, se gli esiti elettorali gli saranno lieti, la ‘sua’ Roma: “Roma è tutta intera”, dice, “è anche quella che non si vede dietro queste immagini. Anzi, è soprattutto quella che non si vede dietro queste immagini: la Roma delle periferie, dove tante persone normali devono condurre una battaglia per andare a lavorare o semplicemente per andare a scuola. E’ la Roma che dobbiamo cambiare”.

Per questo, il deputato Giachetti lancia anche un appello a quanti vogliano aderire al suo progetto, dando la loro disponibilità ad aiutare o fare delle proposte. Perché, dice uno dei candidati allo scranno del Campidoglio, “Roma non potrà mai cambiare se si delega tutto a una persona o a una squadra, per quanto in gamba. Roma deve cambiare nei suoi modi e ciascuno di noi, ciascuno di voi, deve sentirsi chiamato in causa per produrre questo cambiamento. Dobbiamo perdere la delusione acquisita negli anni, pensando che non possiamo fare nulla: chi guiderà l’amministrazione deve consentire che ognuno si senta partecipe del riscatto di questa città. Il mio impegno è cambiare questa città e se possibile il mio impegno è di cambiare un po’ il modo di fare politica. Mi piacerebbe se la mia candidatura fosse uno strumento per far sì che tanti romani riprendano la voglia di cambiare e la consapevolezza ce il diretto impegno sarà fondamentale per cambiare le cose”.

“La cosa più importante”, conclude Giachetti, “è che le primarie possano assicurare quel salto di qualità nella consapevolezza di ciascuno di essere importante e deciso per un grande cambiamento”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento