Ucraina, Zelensky atteso alla Camera ma molti parlamentari daranno forfait

2

Alle 11:00 di oggi, 22 marzo, Volodymyr Zelensky, interverrà in collegamento video alla Camera dei Deputati. Tanta è l’attesa per le parole del Presidente ucraino, ma in Aula ci saranno anche molte assenze. Nelle ultime ore, infatti, è stato annunciato il forfait di molti deputati, quasi tutti ex appartenenti al Movimento 5 Stelle.

Zelensky atteso alla Camera ma molti parlamentari danno forfait

Come riportato da La Stampa, infatti, c’è chi sta apertamente con i russi, come Bianca Laura Granato (ieri ha invitato a unire le forze “per sconfiggere insieme l’agenda globalista”); chi ha altri impegni; chi invece solleva dubbi e perplessità, che porteranno comunque all’assenza; chi si dice ancora indeciso, i cosiddetti “nenné” (né con la Nato, né con Putin).

Tra “impegni” e perplessità

Tra i nomi, anche Gabriele Lorenzoni, grillino, che alcuni giorni fa ha espresso la volontà di invitare alla Camera anche il Presidente russo, Vladimir Putin. Ancora non è certo però, se Lorenzoni ci sarà o meno in Aula. Il deputato sta infatti prendendo un master alla Luiss e non vorrebbe togliere tempo allo studio perché tra poco dovrà sostenere un esame.

E ancora, Enrica Segneri, altra appartenente al Movimento; Emanuele Dessì del Partito Comunista, che invita alla neutralità “se si vuole la pace”. Perplesso invece Simone Pillon della Lega, attaccato +Europa considerate le sue posizioni “pro-life”. Poi c’è Vito Comencini, leghista, schierato al fianco di Putin e “pronto ad andare nel Donbass”. Nel calderone anche Veronica Giannone e Matteo Dall’Osso di Forza Italia, ex 5 Stelle. Assente, infine, anche il leader di Italexit, Gianluigi Paragone.