Vuoi la tua pubblicità qui?
19 Gennaio 2021

Pubblicato il

Esposti alle bombe Covid

Trentuno giornalisti morti per Covid-19, tra loro anche 40-50enni in carriera

di Redazione

Testimoni del male del secolo, i giornalisti pagano e soffrono sulla propria pelle l’esperienza professionale senza precedenti

giornalisti morti covid-19
Giornalista insultato da manifestanti a Roma, portato via dalla Polizia

Qual’è l’incidenza del contagio da Covid-19 in rapporto alle fasce di età. In una prima fase il virus sembra avesse selezionato i più fragili. Ora aumenta il numero dei 40-50enni contagiati. Le persone di mezza età sono molto più a rischio di quel che si pensava, invece i giovani hanno probabilità marginali di morire a causa dell’epidemia. Quanti sono i giornalisti morti per Covid-19?

Giornalisti falcidiati dall’epidemia

Lidia Menapace, cofondatrice de il Manifesto e protagonista di spicco della storia e della vita pubblica italiana, Maurizio Centini, pensionato de Il Tirreno e scrittore di gialli, Tony Zermo, storico inviato de La Sicilia, Roberto Consiglio, corrispondente di diverse testate nazionali dalla Capitanata.

L’Associazione Stampa Romana ricorda i giornalisti morti per Covid-19

Tutti e quattro morti in questa settimana, con loro “il flagello Covid ha raggiunto quota trentuno vittime tra i giornalisti professionisti e pubblicisti”. Lo ricorda l’Associazione Stampa Romana, con una nota a firma di Romano Bartoloni, presidente del Gruppo Romano Giornalisti Pensionati.

“Non solo anziani ancora in gamba – spiega l’Asr – ma anche giovani in carriera, quarantenni come Gianluca Mainato de Il Mattino e cinquantenni come Giovanni Bartoloni portavoce del governatore del Lazio Zingaretti”.

Esposti alle bombe Covid-19

“Quando ci risveglieremo dall’incubo virale nulla sarà come prima anche per il giornalismo, che opera nelle trincee della pandemia a rischio della propria incolumità, a costo di perdite di valorosi colleghi e di pesanti sacrifici, e purtroppo senza la difesa di una profilassi di categoria.

Testimoni del male del secolo, i giornalisti pagano e soffrono sulla propria pelle l’esperienza professionale senza precedenti di un virus che non contagia e non cancella il diritto/dovere di cronaca”.

Come gli inviati di guerra, “i cronisti sfidano i pericolosi fronti più esposti alle bombe del Covid fianco a fianco con i combattenti della sanità e nei luoghi dove la popolazione soffre di più solitudine, angoscia e abbandono a cominciare dagli anziani e dai più fragili”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Ed ecco, in ordine alfabetico, “la lista ufficiosa dei nostri Caduti (fonte Giornalisti Italia online), la cui memoria andrebbe ricordata e onorata soprattutto dai colleghi”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A memoria dei colleghi caduti

Giovanni Bartoloni, 51 anni Roma; Riccardo Bellentani, 69 anni Bergamo; Maurizio Centini, 71 anni Massa; Roberto Consiglio, 82 anni Foggia; Rino Felappi, 96 anni Milano. Ettore Franca, 78 anni Pesaro; Carlo Franco, 82 anni Napoli; Franco Galelli, 55 anni Brescia; Luigi Ioele, 80 anni Roma; Massimo Mainardi, 78 anni Pesaro.

Gianluca Mannato, 44 anni Pesaro; Raffaele Masto, 66 anni Milano; Rosario Mazzitelli, 71 anni Napoli; Lidia Menapace, 96 anni Bolzano; Paolo Micai, 60 anni Genova. Gianni Molè, 61 anni Ragusa; Stefano Montomoli, 69 anni Siena; Nestore Morosini, 83 anni Milano; Luciano Pellicani, 81 anni Roma; Sergio Perego, 72 anni Lecco.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gaetano Rebecchini, 95 anni Roma; Mons. Vincenzo Rini, 75 anni Cremona; Francesco Ruotolo, 74 anni Napoli; Marcello Sanzo, 85 anni Novara. Pino Scaccia, 74 anni Roma; Angelo Sferrazza, 84 anni Roma; Vincenzo Trapella, 87 anni Codigoro; Claudio Traversa, 54 anni Bari; Lillo Venezia, 70 anni Catania. Roberto Vitali, 74 anni Bergamo; Tony Zermo, 89 anni Catania.

La redazione di RomaIT manifesta il proprio cordoglio ed esprime le più sentite condoglianze ai familiari dei colleghi deceduti. (Adnkronos)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento