18 Luglio 2021

Pubblicato il

Torre Maura, non sopporta animali nel suo quartiere e spara a una gatta

di Redazione

Il felino è stato ferito da un 51enne, l'uomo è stato denunciato dalla Polizia di Stato

Insoferrente alla presenza degli amici a 4 zampe nel proprio quartiere ha imbracciato una carabina e ha sparato contro una gatta. L'autore del deplorevole gesto è un 51enne di Torre Maura, denunciato dalla polizia di Stato. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

A soccorrere la gattina era stata la sua padrona, dopo averla trovata in strada miagolante e seriamente ferita alla zampa posteriore. Dopo la visita veterinaria, è emerso che la stessa era stata colpita da un pallino per carabina ad aria compressa. 

Immediatamente sono scattate le indagini da parte degli investigatori del Commissariato Casilino, allertati dalla denuncia presentata dalla proprietaria del felino. Recatisi sul luogo del fatto, e in seguito a specifici accertamenti, i poliziotti sono risaliti ad un residente della zona.

Svolgendo accertamenti gli investigatori hanno appurato che il 51enne, in più occasioni, aveva manifestato insofferenza verso gli animali che frequentavano il quartiere, arrivando persino ad affiggere un manifesto intimidatorio contro chi avesse avuto intenzione di far soffermare il proprio cane davanti la porta della sua abitazione.

Una volta entrati nell’appartamento  gli agenti hanno riscontrato la presenza di un fucile ad aria compressa, di tre pistole e di un fucile calibro 28. Tutte le armi sono risultate regolarmente denunciate ma riposte in luoghi non idonei a garantirne la custodia e l’uso improprio da parte di terze persone. 

Per tali fatti l’uomo è stato denunciato per il reato di omessa custodia di armi nonché per il reato di maltrattamenti di animali in considerazione dell’identica dimensione e fattezza tra i piombini ritrovati nel corpo del felino e di quelli rinvenuti nell’abitazione.
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento