17 Aprile 2021

Pubblicato il

Sport, cultura e volontariato a San Basilio

di Redazione

Tre ingredienti e la ricetta del riscatto

Finalmente San Basilio fa parlare di sé non per la cronaca nera.
È andata in scena lo scorso fine settimana una serie di eventi che ha ottenuto ampia partecipazione, non solo da parte di chi vive quotidianamente il quartiere popolare, ma anche da chi cerca di tenersene lontano durante la settimana.

I due giorni all’insegna della cultura, dello sport e della condivisione hanno visto delle iniziative realizzate in occasione della giornata contro la violenza di genere e il femminicidio: prima la mostra “Roma e le Donne”, poi le letture dedicate alla forza delle donne, recitate dall’attore Paolo Romano, che ha scelto di vivere a San Basilio, e per finire un omaggio all’attrice Anna Magnani con la proiezione del film “Risate di Gioia” di Mario Monicelli.

Domenica è stata poi la volta dell’evento sportivo che ha riscosso la partecipazione delle famiglie di San Basilio e, più in generale, degli appassionati di running. Le strade del quartiere sono state animate da una delle discipline sportive più antiche come la maratona: una vera gara su strada di 10 km ha rappresentato la prima edizione di “Corri PER San Basilio”, organizzata dall’A.S.D. Running San Basilio, in collaborazione con il Centro Culturale Aldo Fabrizi e l’Assessorato allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana di Roma Capitale.

"San Basilio è al centro del nostro impegno per le periferie – sono state le parole dell’Assessore allo Sviluppo delle Periferie, Infrastrutture e Manutenzione Urbana Paolo Masini, che ha proseguito – E’ un quartiere importante e ricco di risorse oggi purtroppo legato agli stereotipi negativi dei mezzi di informazione. Vogliamo ribaltare questa percezione, mettendo in luce le tante realtà sane, come le associazioni da tempo impegnate per ricucire il divario sociale e culturale, ma anche le nuove imprese, i talenti sportivi e artistici. E vogliamo investire sullo sviluppo, affinché San Basilio diventi il simbolo non più del degrado ma della rinascita delle nostre periferie”.
Scrollandosi di dosso il nero della cronaca di cui troppo spesso è protagonista, dunque, il quartiere si è così finalmente animato e acceso coi colori dello sport e della cultura, come sperava da tempo.
“Assieme all’Assessore allo Sport Luca Pancalli – ha concluso Masini – stiamo lavorando per far sì che iniziative come questa diventino un appuntamento costante nei quartieri che spesso vengono considerati ai margini, ma che marginali non sono".

Non solo sport, ma anche musica e volontariato: oltre alla gara podistica si sono svolte dimostrazioni di hip-hop ed esibizioni di break-dance ed è stato allestito un punto di raccolta sangue a cura dei volontari della CRI.
"Una splendida occasione per valorizzare l’intero quartiere, a partire dai valori sani dello sport" – ha commentato il Presidente del Municipio IV Emiliano Sciascia – 'Corri PER San Basilio' è la prima iniziativa di questo tipo, ed è un segnale grande non solo per questo quartiere ma per tutta la città. Il centro culturale Aldo Fabrizi si conferma un luogo di apertura e di condivisione del quartiere".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento