03 Marzo 2021

Pubblicato il

Settimo giorno di agitazione per gli autisti – Roma Tpl

di Fabio Vergovich

Alle 18 incontro con il Prefetto

Permane lo stato di agitazione dei lavoratori autisti della Tpl a Roma, che da sette giorni protestano per i ritardi nei pagamenti degli stipendi. Ieri, in mattinata solo la linea periferica 720 funzionava, nel pomeriggio circolava invece solo la 789, poi niente. Le zone periferiche condizionate dallo stato di agitazione sono Settecamini, San Basilio, Lucchina, Ottavia e Monte Mario alto, che stanno vivendo un black out del trasporto pubblico. Come è stato reso noto, il Campidoglio ha stanziato 12 milioni di euro per contribuire a sbloccare la situazione, per pagare gli stipendi arretrati dei lavoratori, e stasera si attendono importanti sviluppi dello stato delle cose, dall'incontro che i sindacati avranno alle 18 con il Prefetto Franco Gabrielli. "Mancano ancora troppi punti della piattaforma per accettare la ripresa del servizio – affermano i lavoratori della Roma Tpl in una nota diffusa sul sito Muoversiaroma.it – che annunciano i temi che i rappresentanti di categoria affronteranno con il Prefetto stasera: "La sospensione del recupero retroattivo dell'Erg, nessuna ritorsione e addebito per il blocco del servizio e il rispetto dell'accordo siglato il 13 marzo scorso sulla regolarizzazione degli stipendi e sulla tredicesima".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento