Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Dicembre 2022

Pubblicato il

Salvini pensa a Roma e annuncia: “Andrò a Garbatella”

di Redazione
Il leader della Lega annuncia un tour nel Lazio e la presentazione di liste nella Regione

Non demorde il numero uno del Carroccio. Dopo il passaggio di Barbara Saltamartini che ha aderito al progetto di Noi con Salvini a Roma, che segue quello di altri 8 consiglieri, tra comunali e municipali con in testa Marco Pomarici, che da NCD sono passati al progetto della ‘nuova’ Lega, e dopo aver arringato i romani in piazza del Popolo, Matteo Salvini torna all’attacco. O meglio, alla conquista della Capitale.

“Tornerò a Roma”, dice ai microfoni di Radio Cusano Campus, nel corso della trasmissione ECG Regione Lazio di Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. “Già a metà maggio ho in programma un tour nel Lazio”, aggiunge. E, non pago, incalza: “Presenteremo alcune liste anche in questa Regione”. Salvini, quindi, concorrerà alle competizioni elettorali del Lazio; bisognerà vedere se concorrerà insieme ad altri partiti andando a formare una coalizione di centrodestra o se giocherà la partita da solo.

Certo è che il Matteo del Carroccio ha intenzione di dedicare a Roma “tutta l’attenzione, tutto l’entusiasmo e il coraggio che merita, perché è una città bella, enorme, difficile, complicata e governata male”. Un pensiero di cui Salvini non ha mai fatto mistero: la manifestazione di piazza del Popolo, era infatti stata annunciata con un blitz anti-Marino in Campidoglio. Sembrano finiti i tempi di ‘Roma ladrona’, almeno apparentemente. Anzi, più che ‘Roma ladrona’, ora per la Lega la Capitale è ‘Roma Capoccia’, visto che lo stesso Salvini ha dichiarato in passato, sempre a Radio Cusano Campus, di cantare la canzone di Venditti a casa propria. “Roma ha bisogno di energie nuove – aggiunge – Noi ci saremo sicuramente”. ‘Noi con Salvini’, si intende: il nuovo simbolo e il nuovo programma, d’altra parte, sono stati presentati proprio a Roma nel corso di una conferenza stampa. Il Rubicone è varcato, bisogna trarre il dado.

“Farò un giro in provincia di Viterbo, Frosinone e Latina, non solo nella provincia di Roma”, spiega ancora il leader della Lega. Ma la discesa verso sud, o meglio il centro sud, per Salvini è impervia. A Garbatella sono apparse delle scritte: ‘Salvini, Garbatella non ti vuole’. Proprio a Garbatella, infatti, un consigliere del Municipio VIII, Andrea Baccarelli, aveva invitato Salvini. Il messaggio però è chiaro e ricalca quello della contromanifestazione organizzata proprio nel giorno in cui Salvini arringava la piazza di piazza del Popolo: allora era ‘Roma non ti vuole’,Mai con Salvini‘Roma non si Lega’.

Ma Salvini ha la risposta pronta: “Questi sono quelli dei centri sociali. Io gli ho dato dei coglioni, sono quelli che nel 2015 pensano di rifondare il comunismo e rompono le palle al prossimo”. Parla chiaro e tondo, quindi. E aggiunge: “Sono persone che hanno bisogno di un medico, di un’assistenza, di vicinanza umana e politica. La Garbatella è popolata da tantissime persone oneste che vogliono stare tranquille a casa loro e quindi io ci verrò. Ci sarò e non saranno certo due balordi dei centri sociali a decidere chi può passeggiare o non può passeggiare per le vie di Roma”. D'altra parte, che tra il segretario della Lega Nord e i centri sociali non corra buon sangue è risaputo; proprio a Roma, a poche ore dalla manifestazione di piazza del Popolo, i Movimenti avevano occupato la Basilica di S. Maria del Popolo, una mobilitazione per “impedire materialmente il comizio della Lega Nord e di Casapound previsto per domani a piazza del Popolo”. Riuscirà Salvini nella breccia di Garbatella o si ripeterà una nuova Bologna? Di sicuro c'è che le affermazioni di Salvini inaspriranno gli animi. E già qualcuno ha risposto: “@matteosalvinimi insultare i cittadini è un atto indecente. Vergognati. #iostoconGarbatella”, scrive su Twitter Gianluca Peciola, capogruppo SEL in Campidoglio, dopo le affermazioni di Salvini.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo