Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Ottobre 2022

Pubblicato il

Roma, uomo incastrato sotto un tunnel sotterraneo. Forse una via di fuga per un furto

di Simone Fabi
L'uomo è stato portato alla luce dal personale specializzato dei Vigili del Fuoco
vigili del fuoco a lavoro per un incidente avvenuto a roma

Incredibile quello che sta accadendo in questi minuti a Roma. Siamo in via Innocenzo XI, nel quartiere San Pietro. Un uomo è rimasto incastrato in un tunnel scavato abusivamente, forse da utilizzare o già utilizzato per compiere un furto.

Sono state diverse in quella strada le segnalazioni pervenute in questa settimana.

Tuttavia, al momento queste restano solo ipotesi. Non sono state infatti ancora chiarite le motivazioni che hanno portato al lavoro effettuato per scavare il tunnel. Potrebbe essersi trattato di un crollo durante alcuni lavori di restauro. Le circostanze sono ancora da chiarire.

L’uomo intanto è rimasto bloccato nei sotterranei, a cinque metri sotto terra.
A segnalarlo, sono stati due uomini con precedenti e privi di documenti, successivamente fermati dai carabinieri dopo essere sbucati da un tombino. I due uomini sono stati ascoltati dalle forze dell’ordine per tentare di ricostruire l’accaduto.

In queste ore la squadra 9A dei Vigili del fuoco di Roma, coadiuvata dagli specialisti del Saf, Usar e del “Carro Crolli”, è al lavoro per i soccorsi.

Dalle prime ricostruzioni si apprende che, dopo aver effettuato i primi tentativi, gli agenti stanno scavando un secondo tunnel stradale, al fine di raggiungere l’uomo rimasto intrappolato, al momento ancora cosciente.

E’ stato portato alla luce l’uomo incastrato

L’uomo è stato portato alla luce dal personale specializzato dei Vigili del Fuoco; è cosciente, parla, dalle 11 di mattina è stato bloccato a 6 metri di profondità. Portato in superficie è stato consegnato alle cure dei sanitari del 118, presenti sul posto con un ambulanza, che hanno prestato la prima assistenza.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo