Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Novembre 2022

Pubblicato il

Roma, Tor Bella Monaca: Aizza il cane contro agenti durante controllo

di Redazione
All'ennesima richiesta delle sue generalità, ha aizzato il cane contro gli agenti gridando: "Me state a fa agità er cane! Questo ve se magna a tutti se non me fate annà via!"

Durante un servizio di prevenzione dei reati effettuato nella zona di Tor Bella Monaca, l'attenzione degli investigatori del commissariato Casilino è stata attirata da un uomo che, dirigendosi verso il parco con un cane di grossa taglia, gridava al telefono insulti e minacce verso il suo interlocutore. I poliziotti hanno deciso di identificarlo e gli hanno chiesto i documenti.

L'uomo però, anziché adempiere alla richiesta, ha cercato di allontanarsi rispondendo con minacce e improperi finché, all'ennesima richiesta delle sue generalità, ha aizzato il cane contro gli agenti gridando: "Me state a fa agità er cane! Questo ve se magna a tutti se non me fate annà via!". In suo aiuto e' poi sopraggiunta una donna, una 56 enne romana, con in mano un blocca pedali per auto, che ha iniziato a colpire i poliziotti, minacciandoli di morte e intimando loro di lasciar andare l'uomo.

Anche il figlio 38enne di questa, agli arresti domiciliari, avvicinatosi, ha tolto il blocca pedali dalle mani della madre e lo ha scagliato contro gli agenti, che sono pero' riusciti a schivarlo. Per finire, anche un 60enne è accorso per dar manforte ai predetti, iniziando a colpire gli uomini delle forze dell'ordine utilizzando una busta di plastica piena di oggetti pesanti.

Con l'aiuto di altri equipaggi la Polizia di Stato e' riuscita a riportare la situazione sotto controllo. C.V., 38 anni, di origini campane, è stato accompagnato in commissariato e tratto in arresto per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale in concorso con gli altri 3, per i quali è scattata la denuncia, per uno di loro anche per evasione. Cosi' in un comunicato la Questura di Roma.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo