Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Dicembre 2021

Pubblicato il

Roma, sequestrati 20 quintali di fuochi d’artificio a Fonte Nuova

di Redazione
Denunciato un 38enne di Roma, che aveva materiale illegale o che poteva essere venduto solo a personale qualificato

La Polizia di Stato, a seguito di controlli eseguiti da personale della squadra investigativa della Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma, ha proceduto al sequestro di 20 quintali di artifici pirotecnici. Il sequestro è avvenuto all’interno di un esercizio di vendita al dettaglio, in località Fonte Nuova, che è risultato avere un’autorizzazione per un quantitativo dieci volte inferiore rispetto a quello sequestrato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Tra i fuochi d’artificio sequestrati alcuni sono di categoria IV (professionali – rischio potenziale elevato) e V gruppo C, possono quindi essere venduti solo a personale qualificato abilitato all’accensione; altri sono invece illegali in quanto prodotti artigianalmente perciò privi dell’etichettatura prevista e di ogni classificazione. L’elevato rischio degli artifici pirotecnici sequestrati è risultato altresì aumentato dal fatto che l’esercente ha anche realizzato collegamenti elettrici fra prodotti elevando esponenzialmente il rischio di esplosione, fatto che, insieme all’esubero di quantitativo detenuto, avrebbe potuto arrecare gravi danni alla palazzina sovrastante il negozio, abitata da cinque famiglie.

Il titolare, un romano di 38 anni, è stato denunciato per fabbricazione e commercio di materiale esplodente, per le norme del T.U.L.P.S. che regolano il trasporto delle armi da sparo, in relazione alle violazioni di prescrizioni della licenza rilasciata. Ad aggravare la posizione dell’uomo e la pericolosità dell’attività illegale posta in essere dallo stesso è la circostanza di aver detenuto i fuochi professionali in maniera non conforme, essendo anche esposti al pubblico. Lo stesso è stato inoltre segnalato al Prefetto per i provvedimenti amministrativi conseguenti.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo