Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Settembre 2020

Pubblicato il

Roma, nuovo servizio rimozione veicoli, tempi duri per le soste selvagge

di Redazione

Per coordinare il lavoro sarà utilizzata un’applicazione e una piattaforma web tramite la quale i vigili potranno segnalare l’auto in sosta selvaggia

Tempi duri per la sosta selvaggia nella Capitale. Praticamente fermi al palo dal 2015, i carri attrezzi sono tornati a funzionare come si deve, affiancando il lavoro della Polizia locale. Saranno 40 gli automezzi adibiti alla rimozione di veicoli secondo il nuovo appalto: 30 carri, Euro 6, in regola con i dettami anti-inquinamento e 10 furgoncini attrezzati per bloccare le ruote.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il numero medio di veicoli rimossi dopo il 2015 ha raggiunto 20 mila unità nel 2018 e 26 mila l'anno scorso. Obiettivo del Campidoglio è arrivare in un anno a 40 mila auto rimosse per sosta in doppia fila, davanti a passi carrabili, cassonetti o fermate dei bus, o sui marciapiedi e su piste ciclabili. La stretta del Comune – attraverso l'assegnazione del nuovo appalto a un consorzio di tre imprese, una delle quali metterà a disposizione il proprio deposito giudiziario – contro la sosta selvaggia avrà come "effetto collaterale" positivo quello di incrementare le finanze di Palazzo Senatorio.

Nel dettaglio gli automobilisti dovranno sborsare circa 150 euro solo per la chiamata del carro attrezzi, le operazioni di carico e scarico del veicolo, e l'indennità chilometrica di trasporto nei depositi giudiziari. In più ai cittadini che incorreranno nella spiacevole situazione, sarà elevata una multa con relativa sanzione tra 41 e 168 euro. Comunque, il costo complessivo della rimozione a carico degli automobilisti dovrebbe essere minore rispetto a quello degli anni passati. 

Per coordinare il lavoro sarà utilizzata un’applicazione che gli autisti dei carro attrezzi dovranno scaricare su un apposito tablet e una piattaforma web tramite la quale gli agenti della Polizia locale potranno segnalare l’auto in sosta selvaggia.

E il sindaco, Virginia Raggi, ha annunciato sulla pagina Facebook l'avvio del nuovo servizio di rimozione sulle strade capitoline: "È partito il nuovo servizio di rimozione delle auto in divieto di sosta. Come vedete nelle immagini, sono pienamente operativi i carri attrezzi pronti a intervenire in tutte le zone di Roma per contrastare i fenomeni delle doppie file e della sosta selvaggia, per impedire i parcheggi nelle aree pedonali o su posteggi e scivoli per le persone con disabilità.

Abbiamo affidato il nuovo servizio di rimozione dei veicoli con un sistema innovativo: il bando ha previsto che il vincitore creasse una piattaforma web per aggregare i diversi gestori di carri attrezzi presenti sul territorio, in modo da garantire l’intervento da parte dell’operatore disponibile più vicino.

Sfruttando le nuove tecnologie favoriamo quindi una capillare diffusione dei mezzi chiamati a intervenire prontamente secondo le segnalazioni della Polizia Locale di Roma Capitale. Sempre tramite il collegamento alla piattaforma, inoltre, lo 060606 sarà sempre in grado di rispondere ai cittadini che chiameranno per sapere in quale deposito si trovano i veicoli rimossi". 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento