09 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma. Municipio X, Elezioni. I cittadini vogliono onestà e pulizia

di Redazione

Il 5 novembre si va alle urne per l'elezione del nuovo mini-sindaco. L'agenzia Dire è andata in giro per Ostia a chiedere ai cittadini un'opinione sul voto di domenica

"Vorremmo più cose per il nostro territorio, a cominciare dalla valorizzazione perché sta andando tutto a 'scatafascio'. Come si può dire? Non c'è più niente: dalla pineta ai marciapiedi, alle scuole". Mancano 4 giorni alle elezioni, e l'agenzia Dire è andata in giro per Ostia, in piazza dei Ravennati, a chiedere ai cittadini un'opinione sul voto di domenica nel municipio X. Il 5 novembre si va alle urne per l'elezione del nuovo mini-sindaco, che dovrà gestire un Municipio commissariato ormai da due anni per mafia. Non sarà un compito facile perché i cittadini di Ostia e zone limitrofe sono "stufi della malagestione di tutto".

Un signore ha spiegato: "Ho passato dieci giorni tra le Marche e l'Umbria e le strade sono tantissime, beh sono arrivato ad Acilia ho rotto una gomma per una buca. E' vergognoso, è stato tutto abbandonato, senza giustificazioni". "Andrò a votare perché è un mio diritto e un mio dovere- ha detto una signora- cosa chiedo al nuovo presidente? Che sia una persona onesta", e aggiunge una sua amica: "Che faccia qualcosa per Ostia: questo ci aspettiamo, se è una persona onesta le farà".

Le prime cose da fare? "Il lungomuro, le strade con le buche, la pulizia, la gestione dei parchi...". "Ci vorrebbero le elezioni una volta l'anno", ha sentenziato un'altra signora, convinta che dopo avere fatto qualcosa all'inizio per 'mettersi in mostra', poi tutti i politici 'se ne freghino'. E questo sembra essere il pensiero anche di altri ostiensi: "La città di Roma è all'ultimo stadio sia per i mezzi pubblici che per la pulizia. Quando andiamo all'estero e poi torniamo a casa ci vergogniamo" la triste conclusione.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento