29 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma Multiservizi. Incontro dipendenti con commissione Ambiente

di Fabio Vergovich
"Questa Commissione ritiene inaccettabile il comportamento della Multiservizi nei confronti dei suoi lavoratori"

La Roma Multiservizi è una società municipalizzata della Capitale. L'Ama ne detiene il 51% delle azioni, il restante 49% è di Manutencoop. Il 4 ottobre scorso, l'assessora all'ambiente Paola Muraro ha espresso, durante la riunione della commissione Ambiente, la volontà di rendere la Multiservizi una società di "Primo livello", cioè al 100% di Roma Capitale, una soluzione equa per tutte le lavoratrici e lavoratori, questa è la via indicata dall'amministrazione Capitolina per arrivare ad una nuova Multiservizi. 

Ieri in Commissione Ambiente, presieduta dal presidente Daniele Diaco, si è svolto un importante incontro con i dipendenti della Multiservizi.  E proprio il presidente Diaco ha pubblicato sul suo profilo facebook un resoconto dell'appuntamento: "Abbiamo parlato per la seconda volta del trattamento che subiscono i lavoratori della Multiservizi e del comportamento virtuoso della Fondazione Roma Solidale nella gestione dei suoi dipendenti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Dall'incontro con i lavoratori della Multiservizi è emerso, che parte di loro subiscono disparità di trattamento, altri vengono spostati da un tipo di attività all'altra senza preventiva formazione; la società mentre licenzia i suoi lavoratori per gli appalti persi al contempo effettua nuove assunzioni, pone i suoi dipendenti in ferie senza essere concordate con gli stessi, altri scoprono da un giorno all'altro di avere un nuovo datore di lavoro passando da Multiservizi a Globalservice, oltre ad appalti affidati a ditte esterne mentre vengono effettuati dei licenziamenti.

Venerdì, sempre sulla Multiservizi, convocheremo un'altra Commissione che si terrà presso i loro uffici.
Questa Commissione ritiene inaccettabile il comportamento della Multiservizi nei confronti dei suoi lavoratori, comportamento che non trova scusanti neanche nei proventi da garantire a quel 49% di azionisti privato, se a pagarlo sono i lavoratori.

Al contrario occorre dare atto alla Fondazione Solidale Roma, che in una fattiva e sinergica collaborazione con l'Amministrazione, ha reso un encomiabile servizio ai Romani ed al contempo ha tutelato con tutti gli strumenti possibili i suoi lavoratori, applicando loro il CCNL migliore possibile.

Il Direttore della Fondazione Dott. Saggion ha prontamente documentato in sede di commissione quanto esposto, inoltre attraverso una sana gestione, ha protratto di altri 4 mesi l'attività ed i relativi rapporti di lavoro con gli stessi dipendenti e per le stesse attività, questo grazie soprattutto al supporto dell'Assessorato alla Sostenibilità Ambientale". Così il presidente della commissione Ambiente del Comune di Roma, Daniele Diaco.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo