14 Giugno 2021

Pubblicato il

Roma, Garbatella: Bus con i tornelli per fermare i senza biglietto

di Redazione

Il presidente della commissione Trasporti: "Dopo la sperimentazione, questo sistema andrà esteso ad altre linee"

Una nuova iniziativa è stata sperimentata ieri mattina a Roma per fermare coloro che non pagano il biglietto sugli autobus. E' partita infatti la sperimentazione dei tornelli su un bus di linea: il 669 in zona Garbatella.

Come viene riportato da "Il Messaggero",  il presidente della commissione Trasporti, Enrico Stefano, ha provato personalmente il nuovo metodo, salendo sul 669, che da ora in poi sarà accessibile solo dalla porta anteriore e solo dopo aver inserito al tornello il proprio biglietto o abbonamento. Le parole del presidente pentastellato: "L'Atac ha fatto un grande lavoro e va ringraziata. Dopo la sperimentazione, questo sistema andrà esteso ad altre linee che hanno percorsi analoghi al 669. Ovviamente non si può partire subito con quelle linee super-affollate perché un po' di tempo si perde…ma ce ne sono tante su cui la salita anteriore può funzionare. E poi c'è un dato da non sottovalutare: oggi ho visto tanta gente felice del tornello, si vede che è una iniziativa apprezzatissima. Sul 669 alla partenza della sperimentazione c'erano tre vigilantes, due avanti per vendere i biglietti a chi non ne aveva e uno dietro per inibire l'ingresso dalle porte posteriori. Ma non stiamo reintroducendo il bigliettaio a regime non ci sarà così tanta gente a bordo".

Il metodo che è stato sperimentato a Garbatella è già in uso in molte città straniere. Si riuscirà a espandere tale iniziativa nella Capitale?

Foto presa dall'archivio

LEGGI ANCHE

Roma, Amedeo Ciaccheri nuovo presidente VIII Municipio

Roma, Elezioni, Raggi: Ripartiamo dal territorio, ascoltiamo i cittadini

Imma Battaglia: Gay Pride andato bene, mi ha fatto arrabbiare la Raggi

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento