22 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma, furto e inseguimento con spari a Ponte di Nona

di Redazione
Due ladri avevano rubato un Rolex a una donna e nella fuga hanno sfondato la barriera del casello di Ponte di Nona

Sono stati "pizzicati" da alcuni agenti della Squadra Mobile di Roma fuori servizio dopo aver rubato un orologio Rolex a una donna mentre fuggivano a velocità elevata sulla bretella dell'A24 ed è scattato un inseguimento surreale, che ha seminato il panico nella zona. I fatti sono accaduti a Roma, nella località Ponte di Nona, nelle vicinanze del centro commerciale Roma Est. Intorno alle 11.30, due persone del quale al momento non si conoscono le generalità, hanno brutalmente strappato l'orologio dal polso di una donna che transitava per le strade del VI Municipio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I malviventi sono immediatamente fuggiti, dal momento che hanno compiuto il colpo a bordo di una Fiat Punto, ma sono stati notati  sull'auotostrada dagli agenti della Squadra Mobile, che stando alle informazioni giunte li avrebbero seguiti a bordo di due scooter. I ladri, quando si sono accorti di essere pedinati, invece di desistere hanno perso la testa e hanno sfondato la barriera del casello di Ponte di Nona. Successivamente, si sono immessi a folle velocità per le vie del quartiere, terrorizzando i residenti, rimasti sgomenti e impauriti per quanto stava accadendo.

 In base ad alcune testimonianze, pare che durante l'inseguimento, in via Antonio Capetti siano stati sparati in aria alcuni colpi di pistola da alcuni agenti di un'altra pattuglia della Squadra Mobile, allertati dai colleghi. Alla fine, i criminali sono stati bloccati da un'altra vettura della Polizia, dopo che erano giunti nelle vicinanze della diramazione Roma Sud. La scena da film è terminata in via Valentino Cerruti, dove i ladri sono stati bloccati e arrestati con l'aiuto di una "gazzella" di Carabinieri che transitava in zona.
 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo