17 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma 0-2 Milan, i Giallorossi cedono al ringhiante Milan di Gattuso

di Redazione

Il Milan rischia poco quindi, e la Roma invece al 46' va a un passo dallo 0 a 3 con Borini che solo davanti ad Alisson spara altissimo

Per la sfida all'Olimpico Di Francesco torna al 4-3-3 con Alisson in porta, Bruno Peres e Kolarov ai fianchi di Manolas e Fazio, mediana a 3 con Pellegrini, Nainggolan e Strootman e la sorpresa in attacco: Dzeko in panchina a far compagnia a De Rossi e Schick dal primo minuto, Under e Perotti a completare  il tridente davanti. Si parte con la Roma che attacca e un buon Milan, ben messo in campo, a rispondere per le rime. I minuti passano veloci all'interno di una partita molto tattica da parte di tutte e due le squadre, a discapito dello spettacolo. 

Le squadre si contrastano soprattutto a centrocampo, con la Roma che decide di aspettare il Milan senza pressare alto e poi ripartire, mentre i rossoneri fanno più possesso palla. Alcuni tiri sbagliati di Perotti e Nainggolan che prende pure una gomitata in bocca da Kessiè non rilevata dall'arbitro. Il Milan conferma la sua buona opposizione difensiva che tanto piace a Rino Gattuso, e fa grande densità sulla tre quarti e in difesa. La Roma prova ad inventare con Schick che sembra ispirato e in buona salute, coadiuvato da Perotti e Nainggolan, mentre sembra sparito Under, dopo una buona partenza, na non sembra essere quello delle ultime partite. 

Il finale del primo tempo vede il Milan  attaccare con più insistenza e all'ultimo secondo del primo tempo annotiamo l'unica sua buona occasione con Calhanoglu, che si vede parare il tiro da Alisson dopo una buona discesa. Il primo tempo, in realtà non molto divertente, finisce con Kolarov e Gattuso che si abbracciano per fare pace, dopo un battibecco con paroline che non dovevano essere proprio di affetto.

Si apre il secondo tempo e il Milan va in vantaggio quasi subito. Al minuto tre Suso crossa dalla sinistra per Cutrone, che sfugge alla marcatura di Manolas e supera Alisson col destro. La Roma cerca di reagire e ha una palla gol con Schick che tira alla sinistra di Donnarumma a fil di palo. Ma è il Milan, con la Roma che si scopre per la ricerca del pareggio, che si rende sempre più pericoloso. 

Al 18' esce uno stanco Nainggolan per Dzeko e per una Roma a trazione anteriore. Ma è il Milan che al 27' va a un passo dal 2 a 0 se non fosse per un miracolo di Allison e Manolas. Ma nulla può due minuti dopo Bruno Peres che lascia libero Calabria su assist perfetto di Kalinic, che affonda e segna la seconda rete del Milan. La Roma ora è in grande difficoltà e rischia la débâcle. Sembra mentalmente e fisicamente stanca e non in grado di recuperare la partita, forse complice anche la trasferta e la sconfitta in Champions. 

Il Milan rischia poco quindi, e la Roma invece al 46' va a un passo dallo 0 a 3 con Borini che solo davanti ad Alisson spara altissimo. Finisce così una partita che la Roma non doveva perdere e il Milan doveva vincere per la sua rincorsa ad un posto nell'Europa che conta. Ora i giallorossi dovranno stare attenti al Napoli domenica prossima, per non perdere altro terreno prezioso nel minicampionato delle eterne seconde per un posto in Champions. 

Roma (4-3-3): Alisson; Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, Strootman, Nainggolan; Under, Schick, Perotti

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento