Vuoi la tua pubblicità qui?
25 Ottobre 2020

Pubblicato il

Rifiuti a Roma, ecco cosa hanno fatto i cittadini a Tor Pignattara

di Redazione

Il comitato di quartiere ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica per denunciare la situazione della spazzatura nella zona

Il comitato di Tor Pignattara ha presentato un esposto in procura per denunciare la situazione dei rifiuti nelle strade del quartiere. Stanchi delle condizioni in cui versano le strade, i cittadini del comitato di quartiere hanno raccolto in due anni centinaia di foto, che sono state allegate alle sei pagine dell'esposto. Negli scatti si vedono sacchetti accumulati vicino a secchioni strapieni, ma anche blatte e ratti attirati dagli scarti di cibo.

Tor Pignattara, esposto del comitato di quartiere per denunciare la situazione dei rifiuti

"Come concordato nella riunione di quartiere dello scorso 28 novembre 2018 – scrive la presidente del CdQ sul proprio profilo Facebook -, il Comitato di Quartiere di Tor Pignattara ha provveduto a depositare un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma. L'esposto si è reso necessario per via dell'allarmante situazione igienico sanitaria del quartiere, dovuta alla mancante, incostante e comunque insufficiente raccolta della spazzatura". 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Roma, a Tor Pignattara il comitato di quartiere presenta un esposto per i rifiuti

"Abbiamo esposto – continua il post – quanto leggibile nelle pagine che alleghiamo di modo che le Autorità Giudiziaria valuti la eventuale rilevanza penale delle condotte dei soggetti interessati, disponendo i provvedimenti più opportuni nei confronti di coloro che si riterranno responsabili per tutte le fattispecie di reato ravvisabili nei fatti presentati ovvero nelle indagini che verranno compiute"

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Leggi anche:

Incendio TMB Salario. Quanta paura dobbiamo avere, della diossina?

Incendio TMB Salario. Vigili del Fuoco: lavoreremo per tutta la notte

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento