Rieti, politica. La procura indaga ancora su spese pazze del Pd

0
1

Si allarga l’ inchiesta della procura della Repubblica di Rieti sulle spese pazze del gruppo regionale Pd, all’epoca della giunta di Renata Polverini. Al sindaco di Rieti, Simone Petrangeli e all’ex primo cittadino di Forano, Paolo Diociauti, si aggiunge il nome di Vincenzo Mazzeo, dal 2006 al 2011 primo cittadino di Fara Sabina. Come per il collega del capoluogo, a Mazzeo la Finanza contesta il reato di finanziamento illecito. Sempre rimanendo a Fara in Sabina, gravi accuse anche per Maria Assunta Turco, segretaria personale di Perilli, imputata per falso, truffa e peculato.

Nel frattempo Mario Perilli, il tesoriere regionale del Pd, in un’intervista esclusiva a Il Messaggero, ha dichiarato: “Non sono stato il bancomat del Pd. E i soldi sono stati spesi per sostenere iniziative locali. Quello che mi preme sottolineare è che questi soldi sono andati davvero a Comuni, associazioni, Pro loco. Non un euro è stato dato ai consiglieri regionali. E’ davvero così strano tutto questo?”.