16 Maggio 2021

Pubblicato il

Pro Appio col fiato sospeso, si attende responso giudice sportivo

di Redazione

La squadra dei nero verdi conquista il vantaggio contro il Grottaferrata ma un brutto fallo degli avversari scatena il parapiglia in campo

La decisione dell’arbitro di sospendere la partita a nemmeno quattro minuti dallo scadere del 90esimo, mette in stand by la seconda vittoria di fila per i nero verdi. Il match giocato in casa contro il Grottaferrata, sospeso sul punteggio di 2 a  1, avrà il suo triplice fischio solo nella giornata di giovedì, quando il giudice sportivo ufficializzerà il risultato definitivo. Dopo un inizio di stagione non certo brillante, la nona giornata sembra confermare quanto di positivo la prima squadra di calcio popolare è in grado di fare. Sin dall’inizio risulta evidente il modo in cui gli ospiti hanno approcciato alla gara: dall’alto del terzo posto in classifica, spavaldi dei loro sette punti di distacco, sono rimasti abbastanza spiazzati dal gioco costruito dai ragazzi di Mister Fabrizi, di cui risulta evidente la grinta, il carattere e la personalità.
 
Le squadre, entrambe schierate con un 4-3-3, passano i primi quindici minuti a studiarsi l’un l’altra, ma è la formazione di casa a farla da padrone: costruendo molto con scambi rapidi e triangolazioni, è il Pro Appio ad imporre il gioco; le realizzazioni con palla a terra mettono in difficoltà l’avversario costretto a giocare di rimessa, che poche volte giunge sino al difensore estremo nero verde, Presciuttini, preparato a neutralizzare le conclusioni avversarie.
 
Dopo 30 giri di lancette, schema su calcio d’angolo, preparato in allenamento, per la squadra di calcio rivoluzionario: batte Liotti, dopo aver chiamato la palla, Marco Cannella si fa trovare al centro dell’area e con un ottimo stacco e tempo, la butta in rete. Realizzando il primo gol stagionale, permette alla propria squadra di passare al meritato vantaggio.
 
Con un controllo di gioco attento e pulito l’arbitro dice che può bastare così per il primo tempo. A dieci minuti dal ritorno dagli spogliatoi, Mister Fabrizi decide il primo cambio: Troccia sostituito da Pieri, all’esordio con la maglia nero verde. Al 60’però, dopo una ribattuta del portiere, un centrocampista dell’Appio non interviene con il timing giusto e concede agli avversari di agguantare il pareggio. Sull’1 a 1, il Pro Appio non subisce il colpo, riprende a macinare gioco.
 
Siamo al 70esimo, punizione al limite dell’area per la squadra in casa al Campo Roma, su tiro nuovamente di Liotti, respinta del portiere e tap in di Cortella che ribadisce in porta il 2 a1, arriva il meritato vantaggio. Il marcatore anche della scorsa partita al 75esimo viene sostituito da Salatiello, anche lui nuovo acquisto.
 
I nero verdi ora si abbassano leggermente, ma non per insicurezza, quanto per spezzare un po’ il ritmo e far allargare le maglie agli avversari. Tuttavia l’incontro si fa più spigoloso e si surriscalda, evidente il nervosismo degli ospiti, in palese difficoltà nel subire una sconfitta da chi è sotto di loro in classifica
 
L’86esimo sarà l’ultimo minuto di gioco: su un azione di ripartenza, Liotti viene atterrato dal numero 4 avversario, l’arbitro estrae il necessario cartellino rosso. L’intervento assolutamente scomposto ed ingiustificato del giocatore in divisa arancione, da il la alle proteste dei nero verdi; l’arbitro decide di espellere anche il capitano Riccardo Della Torca. 

Da qui inizia quello che nessuno avrebbe mai voluto vedere. Gli espulsi, come da regolamento, lasciano il campo da gioco e si dirigono verso gli spogliatoi: proprio qui il numero 4, credendo di non essere visto, colpisce violentemente da dietro Della Torca: questo non è sfuggito agli occhi dell’arbitro che stava invece seguendo i due. L’intervento degli altri giocatori nero verdi a dividere e la mischia successiva ha indotto il direttore di gara a sospendere il match. Ora si attende la giornata di giovedì per il responso del giudice sportivo che decreterà il risultato definitivo del match: gli scenari possibili sono la conferma del risultato di quanto ha decretato il campo, quindi il 2 a1 per l’ASD Pro Appio, oppure la vittoria a tavolino per una delle due squadre.
 
Il parapiglia generato in campo, che stava scemando però dopo qualche minuto, non ha tuttavia rovinato l’iniziativa dei Viarium Crew, la tifoseria organizzata nero verde: alla fine del match, in piena tradizione stagionale, ha offerto castagne e vino a tutti gli spettatori.
 
Prossimo appuntamento, domenica 7 dicembre alle ore15,00 incasa dell’Academy Qualcio Roma.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento