22 Settembre 2021

Pubblicato il

Peppe Servillo & Solis String Quartet alla Casa del Jazz

di Redazione
A distanza di tre anni da “Spassiunatamente” che aveva visto per la prima volta Peppe Servillo ed i Solis String Quartet

Domenica  24 luglio ancora una Prima assoluta alla CASA del JAZZ per “I Concerti nel Parco”, con degli habitué del festival, PEPPE SERVILLO & SOLIS STRING QUARTET e il loro nuovo progetto Presentimento, il cui rispettivo album, uscito il 24 giugno per i Company, viene presentano ufficialmente a I Concerti nel Parco.

A distanza di tre anni da “Spassiunatamente” che aveva visto per la prima volta Peppe Servillo ed i Solis String Quartet affrontare con dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, “Presentimento” può essere considerato a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un progetto che spazia all'interno di un immenso panorama musicale senza cercare di circoscriverlo ad un periodo o ad un autore.

La voce di Peppe Servillo si unisce ancora una volta ai violinisti Vincenzo Di Donna e Luigi De Maio, alla viola di Gerardo Morrone, a Antonio Di Francia impegnato su cello e chitarra: da "Palomma" di Armando Gill alla "Tarantella Segreta" di Raffaele Viviani, dalla titletrack "Presentimento" di E.A. Mario, a "M'Aggia curà" e "Scalinatella" di Giuseppe Cioffi, la lista di autori e canzoni si inseguono e si incastrano con rigore regalando uno spettacolo a 360° che tocca musica, teatro e cuore. 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Quella del presentire è spesso la condizione degli artisti, dei narratori, dei poeti, come gli autori di queste canzoni che nei loro versi presentono e annunciano segreti, presenze, tradimenti, ciò che di nuovo potrebbe accadere o si vorrebbe accadesse. Questi poeti usano parole che sembrano mai udite, come fossero veggenti, come fossero gli indovini della nostra vita sentimentale, poi la musica aggiunge senso e le orchestrazioni inscenano un improvviso teatrale come se la vicenda nascesse in questo preciso momento col canto e annunciasse il paradiso tra sonno e veglia.

Peppe Servillo e i Solis String Quartet hanno scelto il palco de I Concerti nel Parco per presentare questo nuovo progetto consolidando così il loro legame artistico e affettivo con il festival.

PEPPE SERVILLO Nasce il 15 ottobre 1960 ad Arquata Scrivia, è un cantante, attore, compositore  e sceneggiatore italiano. Cresce a Caserta. Autodidatta, debutta nel 1980 con gli Avion Travel, di cui è co-fondatore e componente originario e con cui, nel 2000, vince il festival di Sanremo con la canzone “Sentimento”. Autore di canzoni interpretate da Fiorella Mannoia e Patty Pravo, è anche autore di colonne sonore, attore cinematografico e teatrale. È fratello dell'attore Toni Servillo.

Dal 2005 è il frontman del progetto speciale "Uomini in Frac". Un concerto-omaggio a Domenico Modugno rivisitato in chiave Jazz. Nel progetto sono coinvolti alcuni dei più grandi jazzisti italiani: Danilo Rea, Furio Di Castri, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Javier Girotto, Gianluca Petrella, Mauro Negri, Cristiano Calcagnile, Roberto Gatto, Marco Tamburini e vede la partecipazione speciale di Mimmo Epifani e Giovanni Lindo Ferretti.

Ha recitato nei film Into Paradiso (2011), Passione (2010), Mannaggia alla miseria (2009), Lascia perdere, Johnny! (2007), Quijote (2006), La felicità non costa niente (2003), Domenica (2001), Tipota (1999)ed è  autore della colonna sonora del film L'uomo in più (2001).

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo