Pechino 2022 recap, day 2: Italia a quota 3 con Fischnaller, curling imbattuto

2

Prima domenica di gare a Pechino 2022: con un programma deficitario causa rinvio a domani della discesa libera maschile di sci alpino, l’Italia aveva una concreta possibilità di medaglia, sfruttata. Italia a quota 3 allori in tre discipline differenti, con la sola Russia – o meglio Comitato Olimpico Russo – che ne ha di più.

Dominik Fischnaller, il bronzo che riprende la tradizione dello slittino

La medaglia di oggi proviene da una delle migliori frecce nell’arco azzurro, una scuola che nel corso dei decenni ha saputo autoalimentarsi nonostante le difficoltà strutturali e impiantistiche nostrane. Lo slittino è la terza disciplina all time per numero di medaglie azzurre, bottino a cui oggi dà il suo contributo Dominik Fischnaller, bronzo dopo 4 intense manche. Per l’altoatesino è una sorta di rivincita, dopo che nei Giochi di PyeongChang è rimasto fuori dal podio per soli due millesimi nei confronti di Johannes Ludwig, oggi medaglia d’oro. Dominik, sempre in terza posizione, nell’ultima manche ha contenuto l’attacco al podio del tedesco Felix Loch e del lettone Kristers Aparjods. Il 28enne ha così sfatato un tabù e dato continuità alla scuola di slittino, grazie al contributo del direttore tecnico della squadra, la leggenda vivente Armin Zoeggler, a medaglia per sei Giochi consecutivi nella disciplina.

Sontuosi Mosaner-Constantini: primo posto nel girone

Continuano a mietere vittime Amos Mosaner e Stefania Constantini, che a una partita dalla fine del round robin sono ancora imbattuti nel torneo del curling misto e sicuri del primo posto. Dopo aver conquistato lo scalpo di (nell’ordine) USA, Svizzera, Norvegia, Repubblica Ceca Australia, e Gran Bretagna, i successi odierni sono stati ottenuti contro la Cina padrona di casa (8-4) e la Svezia. Un 12-8 contro gli scandinavi deciso dall’ultima stone magica di Constantini, cresciuta esponenzialmente durante il torneo. Italia matematicamente prima nel girone, con la chiusura domattina contro il Canada campione olimpico in carica. Nel pomeriggio (ore 13.05 italiane) la semifinale che può valere la storia di una disciplina che in Italia conta 500 praticanti.

Pechino 2022: gli altri risultati di oggi

Nel pattinaggio di figura Italia nona con Lara Naki Gutmann nel mixed team event dopo il programma corto femminile. Nello skiathlon maschile dello sci di fondo ottima ottava piazza per Francesco De Fabiani, che fa sperare per le prossime gare a lui più confacenti. Ottavo posto, qui con più delusione, per Davide Ghiotto nei 5000m del pattinaggio velocità (con Malfatti 15° e Giovannini 20°). Nello snowboard slopestyle Emiliano Lauzi si è qualificato alla finale con il settimo punteggio.

Le possibilità di domani: occhi puntati sullo sci alpino

Domani le possibilità di medaglia saranno molte, a cominciare dal programma dello sci alpino che, vento permettendo, aprirà i battenti con due gare importanti in ottica azzurra. Il gigante femminile, con la “valanga rosa” candidata ad una medaglia, Federica Brignone (argento in carica) e Marta Bassino su tutte, intramezzata dalla discesa libera maschile (5.00). Occhi puntati su Dominik Paris e Christof Innerhofer (argento olimpico a Sochi). Nel biathlon (Individuale 15 km) Dorothea Wierer andrà a caccia dell’alloro individuale che le manca, mentre all’ora di pranzo, in concomitanza con la semifinale del curling sopracitata, ci saranno le fasi finali dello short track (500m femminili e 1000m maschili). Arianna Fontana, campionessa in carica, andrà a caccia della decima medaglia olimpica.

Pechino 2022 Recap day 2: il medagliere aggiornato

RankNazioneOriArgentiBronziTotale
1)Norvegia2013
2)Svezia2002
3)ROC*1225
4)Germania1102
5)Paesi Bassi1102
6)Australia1012
7)Giappone1012
8)Slovenia1012
9)Cina1001
12)ITALIA0213
*ROC= Russian Olympic Committee