09 Aprile 2021

Pubblicato il

Ostia, Campidoglio a Regione: Assegnazione a Spada mai avvenuta di fatto

di Redazione

"Gli uffici capitolini hanno rilasciato un parere seguendo quanto loro imposto dalla legge regionale. Un atto dovuto"

"Si specifica che l'unico termine perentorio previsto dalla sanatoria delle occupazioni abusive degli alloggi popolari disposta dalla Regione Lazio era relativo alla data ultima disponibile per presentare la relativa domanda, ovvero il 19 maggio 2008. In riferimento a quanto stabilito nella suddetta legge regionale, il Comune non ha alcuna possibilità discrezionale. Gli uffici capitolini sono obbligati a valutare la documentazione fornita entro i termini di legge dai facenti richiesta in ossequio ai criteri e ai requisiti stabiliti dalla normativa regionale. Si specifica altresì, in merito al caso di una presunta assegnazione di una casa popolare in ragione della sanatoria a Ostia, che tale assegnazione non è di fatto mai avvenuta.

Gli uffici capitolini hanno infatti rilasciato un parere seguendo pedissequamente quanto loro imposto dalla sopraccitata legge regionale. Un atto dovuto, al quale seguiranno ulteriori controlli da parte dell'Amministrazione". Lo precisa in una nota il Campidoglio, in merito all'assegnazione di un alloggio popolare a Giuseppe Spada, abusivo da anni e parente di Carmine e di Roberto Spada, noto per la testata al cronista Daniele Piervincenzi. (Ag. Dire)

Ostia, blitz della Polizia al clan Spada ma i Blitz non bastano

Roma, Gup decide giudizio per Roberto Spada, Fnsi e Odg parte Civile

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento