Orrore a Roma Termini: un uomo stacca a morsi dito a un senzatetto

6

Dopo l’ostracismo verso i volontari che distribuiscono cibo ai senzatetto che gravitano intorno alla Stazione Termini e l’acqua gelida spruzzata intorno alla stazione per evitare i dormitori notturni, un’altra storia di degrado arriva dalla Capitale.

Un uomo senza fissa dimora di origini marocchine, ieri sera, 21 febbraio, poco dopo le 21, si è rivolto ai militari dell’esercito in servizio di vigilanza presso piazza dei Cinquecento davanti alla stazione Termini a Roma.

Stazione Termini, senzatetto perde un dito per un riparo?

Aveva una vistosa ferita alla mano e sosteneva di essere stato aggredito mentre aveva trovato riparo, per la notte, sotto la pensilina di accesso alla stazione della metropolitana. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Volante e del commissariato di polizia Colombo.

Il ferito ha raccontato che l’aggressore, dopo averlo minacciato per motivi al momento ignoti, gli ha parzialmente staccato la falange di un dito con un morso. Gli inquirenti devono scoprire inoltre se anche l’altro uomo fosse un senzatetto.

Gli agenti hanno dato inizio alle indagini per risalire all’aggressore. I sanitari hanno trasportato al pronto soccorso del policlinico Gemelli in codice giallo.

Ha fatto molto discutere, nei giorni scorsi, anche la decisione di spruzzare acqua gelata intorno alla Stazione Termini per impedire ai senza fissa dimora di trovare riparo dormendo vicini alle vetrate della Stazione capitolina.

Immagine di Archivio