No Vax over 50, la sanzione dell’Agenzia delle entrate arriva direttamente a casa

4

Dal 1° febbraio è scattata la sanzione da 100 euro per i “soggetti che non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario; soggetti che non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario nel rispetto delle indicazioni e dei termini previsti; soggetti che non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario entro i termini di validità delle certificazioni verdi”.

La sanzione arriva direttamente a casa

Come riportato da IlSole24ore, la multa arriverà direttamente a casa con una cartella dell’Agenzia delle entrate, e non per strada. Gli over 50 non vaccinati sarebbero 1,7 milioni. In questo modo la somma complessiva dell’eventuale sanzione si aggirerebbe intorno ai 170 milioni di euro, destinati al fondo per le emergenze.

Irrogata dal Ministero della Salute attraverso l’Agenzia delle entrate

Come spiegato nel decreto 7 gennaio 2022, a irrogare la sanzione una tantum, attraverso il servizio Riscossione dell’Agenzia delle entrate, è il Ministero della Salute. Come preannunciato, essa arriva a casa, e i destinatari avranno a disposizione dieci giorni per comunicare all’Asl un’eventuale esenzione dall’obbligo vaccinale oppure una certificazione di differimento.