Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Maggio 2022

Pubblicato il

Municipio XII, centrosinistra contro rimozione roulotte abusive

di Redazione
Su via delle Mura Gianicolensi 13 veicoli abusivi

A nulla è servito l'omicidio del Gianicolo, nulla ha insegnato una vita spezzata inutilmente. Le roulotte sul territorio del Municipio XII proliferano, in barba a tutti i principi di incolumità e sicurezza – sia per chi vi dimora, sia per i cittadini romani. La battaglia per contrastare questo fenomeno di abusivismo è giunta anche sui banchi del Municipio dove, però, "il centrosinistra ha respinto la nostra proposta di garantire la legalità sul territorio eliminando tutte le roulotte e i camper adibiti a dimora dei clochard" – ha dichiarato Marco Giudici, consigliere municipale. A votare a favore, FdI, FI e Misto.

Secondo Giudici la scelta del centrosinistra è "pericolosa" poiché "legittima e giustifica la proliferazione di questo fenomeno illegale, aumentato in modo esponenziale con l'avvento di questa amministrazione di centrosinsitra". 

Ciò che è ancora più inspiegabile è che "l'effetto Obama – prosegue Giudici – ha fatto sì che alcune zone di Roma siano diventate un lustro, altre un ripostiglio. Tra queste ultime c'è Monteverde Vecchio, dove il numero di roulotte e camper adibiti a dimora è salito a 16, dei quali 13 solo su viale della Mura Gianicolensi". "I veicoli abitati si traducono nel degrado, ma soprattutto nel pericolo di incendi o di incidenti stradali. Un metodo assistenziale che ha mietuto vittime e rischia di farne ancora. Una situazione che, se fronteggiata con metodo su tutto il territorio capitolino, tra i vari benefici potrebbe portare un introito da reinvestire nelle politiche sociali, compreso tra i 10 e i 100 milioni di euro, provenienti dagli incassi delle multe pagate dai proprietari delle roulotte, che spesso non sono gli indigenti, ma quegli organismi di volontariato diventati centri di transito e di gestione di grandi interessi socio-economici. Tuttavia, fino a quando governerà il sindaco Marino e l'assessore al sociale Rita Cutini, esponente della comunità di S.Egidio in pieno conflitto di interessi, temo che Roma non vedrà mai né legalità, né tutele per i clochard, né una politica seria sull'edilizia popolare e sulla casa che favorisca coloro che già hanno un diritto acquisito" – conclude Giudici.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo