06 Maggio 2021

Pubblicato il

Municipio IX, al via operazione decoro tazze alberate

di Redazione

Continuano le operazioni di bonifica nel Municipio IX. Tra le aree: Spinaceto e Casal Brunori

Partendo dal piccolo, l'amministrazione municipale sta giustamente continuando l'opera di bonifica delle varie incurie del nostro Municipio. Stavolta, la puntata la dedichiamo alle cosiddette "tazze alberate", e cioè i piccoli recinti degli alberi nel verde pubblico, ora qui da noi in condizioni pietose.

Così l'assessore all'Ambiente Alessio Stazi ha dichiarato in proposito: “Quello in corso rappresenta solo un primo intervento poiché è nostra intenzionerisanare tutte le criticità, con particolare attenzione a quelle situazioni che posso costituire forti disagi per le persone diversamente abili, le mamme con carrozzine, gli animali domestici e per le auto in sosta. Tra le aree interessate dai primi interventi, abbiamo: a Spinaceto, via Eroi di Cefalonia e viale Eroi di Rodi; a Casal Brunori, via Iris Versari; all’Eur, viale Tupini, Fonte Meravigliosa, via Ferruzzi e via Arcidiacono”.

Un intervento, dunque, che essendo stato definito "primo" ci fa desumere la possibilità di un piano generale di ristrutturazione municipale, volta a rimettere in sesto il decoro urbano, di cui abbiamo realmente bisogno (condizione delle strade, parchi pubblici etc). Seppur "piccola", tale iniziativa deve essere infatti contestualizzata in due fattori di notevole importanza: in primis la vastità del territorio municipale, forse uno dei più verdi di Roma (e quindi con più alberi), che trasforma ogni iniziativa ridotta come questa in un'epopea amministrativa; in secundis, poi, le finanze pubbliche ulteriormente ridotte. Il Patto di Stabilità ha infatti bloccato altri diversi milioni di euro per le nostre amministrazioni locali, che rispetto all'anno scorso dispongono di ancora meno denaro.

*Foto di archivio

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento