Morto a Roma l’ex ministro Renato Altissimo

3

È morto Renato Altissimo, ex segretario del Partito Liberale italiano dal 1986 al 1993 e più volte ministro. Al centro di un'indagine giudiziaria per la maxitangente Enimont (in cui furono coinvolti anche La Malfa e Forlani), fu poi condannato per finanziamento illecito dei partiti. Era malato da tempo ed era  ricoverato all'Ospedale Gemelli di Roma.

Nato a Portogruaro, Altissimo aveva 75 anni e fu anche vicepresidente Confindustria.  Come riportato dall'ANSA, Altissimo fu protagonista di primo piano del Pentapartito che dominò gli anni Ottanta della politica, in cui si mosse da esponente di spicco del Pli. Fu deputato in 5 legislature e ministro: nel governo Cossiga I, nei governi Spadolini I e II e nel governo Fanfani V da titolare della Sanità, nel governo Craxi I da responsabile dell'Industria.

Il suo percorso politico, dopo 20 anni di silenzio, si riaprì nel 2014, quando tornò sulla scena  con 'I Liberali', movimento che, promuovendo il rilancio dell'economia e un'accelerazione sulle privatizzazioni, raggruppa, tra gli altri, alcuni pilastri del liberalismo italiano come Alfredo Biondi e Carlo Scognamiglio.